Un collettivo già rodato con acquisti mirati e un top player sfumato a causa della burocrazia. La Lazio di Petkovic non ha agito in maniera frenetica sul Calciomercato e ha preferito agire soltanto sulle lacune mostrate durante la scorsa stagione. La mancaza di ricambi a centrocampo è stata sopperita con l'arrivo di Felipe Anderson dal Brasile e con l'arrivo di Lucas Biglia, esperto centrocampista ex capitano dell'Anderlecht che però deve imparare a convivere con Ledesma.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Calciomercato

In attacco è stato preso Bryan Perea in prospettiva che però ha bloccato un grande colpo: quello di Burak Yilmaz, forte centravanti del Galatasaray.

L'attaccante turco sarebbe stato il colpo da novanta del diesse Tare se la casella dell'extracomunitario non fosse già stata occupata dal giovane attaccante tesserato all'inizio del mercato.

Una vera e propria beffa visto che la società biancoceleste e l'entourage del giocatore avevano già trovato un accordo di massima. 

Sul fronte cessioni Saha ha deluso e non gli è stato rinnovato il contratto. Mauro Zarate ha chiuso la sua telenovela con Lotito ed ha firmato con il Velez mentre Diakitè è stato chiamato da Di Canio e ha firmato con il Sunderland. Carrizo, infine, è stato riscattato dall'Inter. Il centravanti Kozak, pupillo di Lotito, è stato ceduto all'Aston Villa. 

Acquisti: Felipe Anderson (C) (Santos), Lucas Biglia (C) (Anderlecht), Vinicius (D) (Cruzeiro), Brayan Perea (A) (Deportivo Cali).

Cessioni: Javier Garrido (D) (Norwich City), Modibo Diakité  (D) (Sunderland), Juan Pablo Carrizo (P) (Inter), Louis Saha (A) (svincolato), Mauro Zarate (A) (Velez Sarsfield), Libor Kozak (A) (Aston Villa).

I migliori video del giorno