Una Juventus entusiasmante ha battuto il Milan con il risultato di 3-2 in uno dei due posticipi che chiudevano la settima giornata del campionato di Serie A.

Eppure la gara era iniziata nei peggiori dei modi per i piemontesi, subito in svantaggio dopo 20 secondi, grazie ad una rete fulminea di Muntari. Tutto lasciava presagire a una svolta nel campionato rossonero, ma sono bastati 15 minuti per rimettere le cose al loro posto. Un' invenzione di Andrea Pirlo su calcio di punizione, dava il pareggio ai bianconeri, è da notare la grossolanità dell'intervento di Abbiati, portiere milanista, in occasione del tiro effettuato dal centrocampista bianconero: con un intervento più deciso, probabilmente il pallone non sarebbe entrato in rete.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Juventus

Ma tant'è, da allora, la Juventus si rendeva più pericolosa e in pratica lì finiva la partita e le illusioni milaniste.

Nella ripesa ci pensava Giovinco, entrato in campo da un minuto, a siglare la rete del 2-1 per i bianconeri che in pratica capovolgeva il risultato a favore della squadra di Conte.

Il 3-1 firmato da Chiellini, che ribatteva in rete una punizione ancora battuta  da Andrea Pirlo, finita sulla traversa, dava la rete della sicurezza alla squadra juventina.

A poco serviva il secondo goal milanista realizzato ancora da Muntari. Stavolta la rimonta non riusciva alla squadra lombarda e la Juventus portava così meritatamente a casa, tre punti fondamentali in chiave scudetto.

Infatti con questa vittoria i bianconeri agganciano il Napoli al secondo posto a quota 19 punti a -2 dalla Roma capolista. Mentre il Milan rimane a quota 8 punti, distanziato di ben 13 punti dai giallorossi e di 11 punti dalla Juventus e del Napoli stesso.

Christian Zaccardo , difensore del Milan, ha rilasciato alcune importanti dichiarazioni ai microfoni di Milan Channel al termine della gara persa contro la Juventus.

I migliori video del giorno

Ecco quanto evidenziato: "È stata una partita equilibrata, abbiamo giocato bene la palla. Nel secondo tempo il secondo e il terzo gol ci hanno tagliato le gambe. Reagire è stato difficile, anche se stavamo pareggiando. Le prestazioni ci sono, è normale che è questione di risultati. La sosta viene a pennello e recuperiamo qualche infortunato: quando ripartiremo riusciremo a migliorare la classifica".

Giorgio Chiellini, roccioso difensore della Juventus, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Domenica Sportiva: "Ha un significato particolare perché di sicuro non siamo la Juventus migliore degli ultimi due anni e lo abbiamo dimostrato anche stasera, pur non tenendo conto il cazzotto del gol iniziale, che paradossalmente ci ha aiutati a reagire subito. Affrontavamo il Milan, che è una squadra che deve ambire allo scudetto o comunque alle posizioni alte; siamo stati bravissimi a chiuderla nel secondo tempo. Dobbiamo migliorare sotto il profilo dell'attenzione, perché quest'anno è capitato a tutti, anche a me contro l'Inter, di avere un momento di disattenzione, che però può compromettere delle prestazioni molto positive".

Ecco di seguito il Tabellino di Juventus-Milan 3-2:

Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Padoin (55' Pogba), Vidal, Pirlo, Marchisio, Asamoah; Tevez (85' Llorente), Quagliarella (67' Giovinco). A disposizione: Storari, Rubinho, Ogbonna, Peluso, Motta, De Ceglie, Isla. All. Conte.

Milan (4-3-1-2): Abbiati; Abate, Zapata, Mexes, Constant; Nocerino, De Jong (86' Poli), Muntari; Montolivo; Matri, Robinho (78' Zaccardo). A disposizione: Amelia, Gabriel, Emanuelson, Mastalli, Niang. All. Allegri.

Arbitro: Rocchi.

Marcatori: 15' Pirlo, 69' Giovinco, 75' Chiellini (J), 1' Muntari, 90' Muntari (M). Ammoniti: De Jong, Costant, Muntari (M), Bonucci (J). Espulsi: Mexes (M).