Alle 15:00 di domenica 27 ottobre si gioca Parma-Milan. Al Tardini i ducali cercheranno di approfittare delle scorie fisiche che i calciatori ospiti hanno accumulato dopo la partita di Champions League contro il Barcellona martedì scorso. La squadra di Donadoni però dovrà prestare particolare attenzione ad una formazione che appare in netta crescita rispetto a quella che aveva deluso in avvio di stagione.



Dopo il successo contro l'Udinese e le contemporanee sconfitte di Napoli e Juve, il Milan crede nella rimonta.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Serie A

Sono otto i punti di svantaggio del diavolo rispetto al secondo e terzo posto in classifica, un ritardo non impossibile da recuperare, specialmente se Kakà e Robinho giocheranno da qui al termine del campionato con la stessa intensità e determinazione messe in campo nella super sfida di martedì al Meazza. 

In casa Parma tiene banco il ballottaggio tra il francese Biabiany e l'ex giallorosso Rosi.

Favorito il primo, anche se non è da escludere un colpo di coda dell'italiano all'ultimo momento. A centrocampo rientra intanto Gargano, mentre la coppia d'attacco con tutta probabilità sarà quella composta da Cassano e Amauri. Per Palladino dunque soltanto panchina. Anche contro il Milan i ducali saranno costretti a fare a meno di Paletta, infortunato, con Donadoni che appare intenzionato a confermare il trio Cassani, Felipe, Lucarelli.

Più enigmatica invece la formazione rossonera. Se il modulo tattico non è un mistero (si va verso il ritorno al 4-3-3), sugli interpreti del reparto offensivo resta ancora un alone di mistero. L'unico certo di una maglia da titolare è Mario Balotelli. Nonostante la prova opaca contro il Barcellona, l'attaccante italiano è una delle poche certezze del Milan di Allegri.

I migliori video del giorno





Il tecnico livornese non ha però deciso chi giocherà al fianco del numero 45 rossonero. Nell'ultimo allenamento sono stati impiegati Robinho a sinistra e Niang a destra, ma non è da escludere un tridente che preveda Binho a destra e Kakà a sinistra. A centrocampo ritorna De Jong dopo la squalifica, mentre in difesa sarà ancora Silvestre ad affiancare Zapata al centro. In porta ballottaggio tra Gabriel e Amelia, favorito il brasiliano. 

Quanto le scorie della Champions League influiranno sulla prestazione del Milan? La risposta a questa domanda fa da preambolo a qualsiasi riflessione sul pronostico della partita. Il pareggio contro il Barcellona ma sopratutto la ritrovata compattezza dell'undici rossonero dovrebbero sulla carta servire da stimolo ulteriore per uno slancio in campionato paragonabile a quello che ha caratterizzato l'ormai epica rimonta della stagione passata. Oltre che la vittoria della squadra di Allegri consigliamo anche la giocata goal sì, dal momento che la presenza di Cassano e Amauri nell'attacco del Parma è spesso sinonimo di gol.