Un Avellino a dir poco sontuoso ha battuto col perentorio risultato di 4-1, un Carpi che non ha potuto nulla contro lo strapotere irpino. In questa gara valida per la decima giornata del campionato di serie B, gli irpini hanno impartito una lezione di calcio ai malcapitati avversari.

La classifica adesso sorride alla squadra avellinese, che grazie a questo successo, si porta al quarto posto in classifica a quota 18 punti a -2 dalla coppia, seconda in graduatoria, ossia Cesena ed Empoli e a -4 dal Lanciano capolista.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Serie B

Un Avellino che pronti e via, già dopo un minuto di gioco, è passato in vantaggio grazie ad una rete di Galabinov, tornato titolare dopo aver ricaricato le batterie al "Franchi".

Ma gli irpini non si sono cullati sugli allori, ma sono riusciti  a siglare prima della mezz'ora di gioco altre due reti, una con D'Angelo e l'altra ancora con Galabinov, autore di una importante doppietta personale.

Il Carpi, accusato il colpo, non è riuscito più a riprendersi, ed il secondo tempo non ha conosciuto grandi sussulti, fatta eccezione per le reti che completavano il tabellino della gara sul 4-1 siglate da Soncin ancora per i campani e da Porcari per gli emiliani.

Emiliani che in classifica rimangono cosi a quota 10 punti al 15mo posto.

Tabellino di Avellino - Carpi  4-1 

AVELLINO (3-5-2): Terracciano; Izzo, Peccarisi, Pisacane; Zappacosta, D'Angelo (dal 32′ st Millesi), Arini, Schiavon, Bittante; Castaldo (dal 42′ Angiulli), Galabinov (dal 23′ st Soncin). A disposizione: Seculin, Fabbro, De Vito, Dia Pape, Herrera, Massimo.

I migliori video del giorno

Allenatore: Rastelli.

CARPI (4-4-2): Kovasic; Letizia, Poli, Pesoli, Gagliolo (dal 1′ st De Vitis); Concas, Porcari, Memushai (dal 25′ st Di Gaudio), Pasciuti; Cani (dal 1′ st Inglese), Sgrigna. A disposizione: Nocchi, Bertoni, Della Rocca, Mbakogu, Sperotto, Lollo. Allenatore: Vecchi.

Reti: pt 1′ Galabinov, 5′ D'Angelo, 35′ Galabinov; st 34′ Porcari, 44′ Soncin. Arbitro: Fabbri di Ravenna. Guardalinee: Liberti di Pisa e Soricaro di Barletta. Quarto uomo: Albertini di Ascoli Piceno. Ammoniti: Porcari, Peccarisi, Pasciuti e Inglese per gioco falloso; Soncin per comportamento non regolamentare.