Grandissima e importantissima vittoria dell'Avellino di mister Rastelli, contro il Cittadella di mister Foscarini, nel posticipo del martedì dell'undicesima giornata del torneo cadetto. Successo ottenuto in trasferta col risultato di 1-2.

Gli irpini sono riusciti per la prima volta quest'anno a vincere e a conquistare tre punti importanti lontano dal Partenio. La vittoria ottenuta allo stadio Tombolato di Cittadella dagli irpini ci fa capire che la squadra campana può dire la sua anche in chiave-Promozione, soprattutto se ha tra le proprie fila un giocatore molto forte e propenso al goal come Galabinov, alla sua seconda doppietta consecutiva con la maglia irpina.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Serie B

E' un Avellino capace di lottare, di soffrire e di vincere, sfoggiando uno dei giochi più belli della cadetteria e non ci meraviglieremmo qualora la squadra irpina raggiungesse la Promozione in serie A.

Perchè questo è un Avellino capace e volitivo che all'occorrenza può battere qualsiasi squadra. La rete dei padroni di casa siglata da Coralli ha solo dato una labile speranza alla squadra veneta di poter pareggiare la gara. E non sarebbe stato per nulla giusto, visto il valore che ha dimostrato l'Avellino nella partita coi veneti.

Con questa vittoria i lupi irpini si portano a quota 21 punti in classifica, precisamente al terzo posto, a pari merito con il Cesena a -4 dalla capolista Lanciano. Mentre il Cittadella rimane al 12mo posto in classifica con 13 punti.

Massimo Rastelli, tecnico della squadra avellinese ha rilasciato alcune importanti dichiarazioni, dopo la gara vinta, in trasferta contro il Cittadella. Ecco cosa ha detto ai microfoni di TuttoAvellino: "Abbiamo giocato da Avellino, nel primo tempo forse abbiamo avuto una leggera supremazia mentre il Cittadella agiva più di rimessa.

I migliori video del giorno

Peccato quella sofferenza nel finale perché abbiamo rischiato di fare il terzo gol e invece abbiamo subìto il 2-1 che ci ha fatto chiudere con qualche affanno di troppo. Ma non montiamoci la testa, io ho sempre un occhio alla quart'ultima, anche se siamo distanti 12 punti dalla zona pericolosa non bisogna mai abbassare la guardia e pensare prima a salvarsi".

Tabellino di Cittadella-Avellino 1-2

Cittadella (3-5-2): Di Gennaro; Gasparetto, Pellizzer, Marino (dal 30′ st Perez); Pecorini, Colombo (dal 17′ st Di Roberto), Di Donato, Busellato (dal 40′ st Paolucci), Alborno; Coralli, Dumitru. A disposizione: Pierobon, Minesso, Antonello, Sosa, De Leidi, Amato. Allenatore: Foscarini.

Avellino (3-5-2): Seculin; Izzo, Peccarisi, Pisacane; Zappacosta, Arini, D’Angelo, Schiavon (dal 44′ st Angiulli), De Vito (dal 18′ st Bittante); Soncin, Galabinov (dal 30′ st Millesi). A disposizione: Di Masi, Biancolino, Dia Pape, Herrera, Massimo­­­­­­ Allenatore: Rastelli.

Reti: pt 29′ Galabinov; st 16′ Galabinov, 45′ Coralli.

Arbitro: Saia di Palermo.

Note: espulso al 2′ del st Rastelli.

Ammoniti: Schiavon, Peccarisi e Coralli per proteste; Colombo, Pecorini, Pellizzer, Izzo, Gasparetto e D’Angelo per gioco falloso.

Angoli: 6-4.

Recupero: pt 0′; st 5′.