Il Presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, è sempre stata una persona schietta, a volte sopra le righe, ma sempre a fin di bene. In queste ore sta spopolando sul web una sua intervista concessa ai colleghi del Mattino, nella quale, relativamente al passaggio dell'ex-tecnico del Napoli Walter Mazzarri all'Inter, il patron partenopeo si è espresso in modo colorito ma tendiamo a sottolineare molto ironico: "A Mazzarri finora abbiamo fatto un assist; abbiamo valorizzato le sue azioni e lui si è andato a vendere al meglio all’altro ‘scornacchiato’ che ha dovuto vendere la compagnia.

Pubblicità
Pubblicità

Noi che ‘scornacchiati’ non siamo, ci siamo andati a prendere il meglio che c’era”. Ossia Benitez.

Il termine scornacchiato a Napoli vuole indicare una persona furba, scaltra. Tutti hanno capito e pensato che il Presidente azzurro ce l'avesse con il dimissionario patron dell'Inter, Massimo Moratti. Invece in un messaggio sul famoso social network Twitter, Aurelio De Laurentiis ha affermato che ci sarebbe stato un malinteso. Che quel termine non era in alcun modo rivolto nei riguardi del Presidente Moratti, ma verso altre persone del team interista, che si sarebbero rivelate molto scaltre nel portare l'attuale tecnico interista Mazzarri, nella propria scuderia.

Inoltre lo stesso Patron azzurro si dice molto contento di aver scelto Rafa Benitez come allenatore della causa-partenopea, poichè accettando Napoli, il tecnico spagnolo avrebbe agito d'istinto, accettando una scommessa.

Pubblicità

Una scommessa difficile da vincere. 

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto