E' stata la partita che quasi tutti ci si aspettava con un divario tecnico a tratti imbarazzante accentuato da un atteggiamento del Milan fin troppo rinunciatario.

Si comincia con il solito possesso palla del Barcellona fatto di passaggi per lo piu' orizzontali ravvivato da qualche taglio in verticale fatto a turno dagli attaccanti del Barca con Neymar piu' vivace degli altri, e con tiri a turno dello stesso brasiliano e di Sanchez comunque il tutto controllato, con un po' di fatica, dalla difesa milanista.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Milan

La partita si sblocca al 30' con un lancio lungo per Neymar che viene trattenuto un po' ingenuamente da Abate (ammonito) e crolla in aria appena sente il contatto.

L'arbitro concede un rigore a dir poco generoso che un glaciale Messi trasforma con un tiro forte e centrale mentre Abbiati sceglie l'angolo alla sua destra.

Da un cross su punizione sulla trequarti Busquets lasciato solo ed in probabile fuorigioco insacca di testa il gol del 2 a 0 con Abbiati impotente. Ancora un tiro di Adriano dalla distanza, ed allo scadere del primo tempo incursione di Kaka che riesce a guadagnare in velocita' il fondo del campo e crossando verso il centro dell'aria trova la deviazione di Piquet che spiazza Valdes e sul 2 a 1. Si va al riposo dopo un primo tempo sinceramente sconcertante del Milan troppo rinunciatario.

Il secondo tempo comincia con Balotelli al posto di Robinho. Per un quarto d'ora circa sembra che il Milan possa mettere in difficolta' gli spagnoli ma su ripartenza sono prima Adriano poi Messi a rendersi pericolosi.

I migliori video del giorno

Nel frattempo ammoniti De Jong e Sanchez. Le squadre si allungano e tutti cominciano a correre meno, negli spazi si esaltano le doti tecniche soprattutto di Messi che comincia a macinare giocate.

Un paio di azioni con Balotelli protagonista e poi Messi sfodera altre giocate importanti che portano tante situazioni pericolose, ma la vera occasione capita sui pedi di  Sanchez al quale si oppone alla grande Abbiati. Altri cambi Birsa per Poli e Fabregas per Iniesta.

Subito Fabregas protagonista con uno scambio di prima con Messi che si libera a centro area davanti ad Abbiati che nulla puo' sul pallonetto della pulce argentina. 3 a 1 e partita chiusa anche perche' il gol subito smonta definitivamente le velleita' di rimonta rossonere. Ultimi 10 minuti che non incidono sull'esito della partita. Passiamo in rassegna le prestazioni individuali.

Abbiati 6,5 incolpevole sui gol compie una paratona su Sanchez, e si dimostra sempre attento soprattutto nelle uscite basse. Abate 5 ingenuo sul rigore, volenteroso in fase difensiva, ma dal suo lato ha un brutto cliente Neymar, assente in fase offensiva e sicuramente meglio all'andata.

Zapata 5,5 non fa grossi svarioni, come suo solito, ma comunque secondo e terzo gol sono realizzati da avversari soli davanti al portiere. Mexes 5,5 giudizio uguale a quello del suo collega colombiano.

Emanuelsson 6 e' la sorpresa in formazione della serata e sinceramente fa una partita tutto sommato buona anche in fase di spinta. Poli 6 si sacrifica in copertura e appena puo' cerca di proporsi in avanti.

Montolivo 5 anche lui dedito alla copertura e poco creativo, in piu' sbaglia qualche disimpegno trattenendo troppo palla in zone pericolose. De Jong 6 diga davanti alla difesa che pero' non riesce a frenare le giocate blaugrana, assente oltre la meta' campo.

Muntari 5,5 corre molto ma spesso fuoritempo, tenta qualche sortita senza successo in avanti. Robinho 4,5 praticamente inesistente, non si ricorda nulla della sua partita. Sostituito nel secondo tempo.

Kaka' 6 tenta sempre qualcosa fin quando ha benzina in corpo tanto, e riesce con la sua incursione a mettere in difficolta' la difesa spagnola nell'azione dell'autogol di Piqué. Balotelli 6 sacrificato in panchina inizialmente dimostra al suo ingresso che tenerlo fuori non e' possibile sia per il fisico che per le potenzialita' tecniche di cui e' in possesso. Birsa e Matri entrano a partita finita e non incidono.

Allegri 4,5 conferma con la formazione del primo tempo di non credere nella squadra, ed è possibile che con questa sconfitta, anche se non sonora in termini di risultato, possa essere esonerato.

Valdes 6 mai inpensierito. Dani Alves 5,5 non brillante come suo solito. Mascherano 6,5 mastino in difesa ringhia su tutti. Piquet 5 sbaglia sul gol del Milan e pesa sulla valutazione della sua partita.

Adriano 6,5 piu' vivace del solito e sicuro in difesa si fa superare solo una volta da Balotelli. Busquets 7 ha il merito del gol oltre al solito lavoro di rottura. Xavi 6,5 gioca infiniti palloni a volte in maniera geniale.

Iniesta 6,5 partita uguale a quella del suo gemello Xavi. Messi 7,5 solita prestazione di classe del pallone d'oro sempre pericoloso e glaciale sul rigore.

Sanchez 6,5 frizzante e propositivo sbaglia qualche conclusione. Neymar 7 anche lui una spina nel fianco tiene sempre in apprensione quando riceve la palla. Fabregas (si vede solo nell'azione del terzo gol) e Pedro  entrano a partita conclusa.

Martino 6,5 imposta la solita partita anche se i ritmi non sono quelli del Barca di Guardiola, ma comunque la squadra non e' mai in difficolta' e conduce sempre il gioco con autorità..