La Croazia, battendo l'Islanda nello spareggio mondiale per l'accesso alla fase finale del mondiale brasiliano del 2014, col risultato di 2-0 si è qualificata in maniera brillante, a Brasile 2014. Un vero successo quello ottenuto dalla nazionale croata in quel di Zagabria. Le reti del match sono state realizzate dal bomber del Bayern Monaco Mandzukic e da Srna. Sottolineamo che l'autore della prima rete croata è stato poi espulso per un brutto fallo sul giocatore islandese Gudmundsson. Grande prova in questa importante partita del centrocampista dell'Inter, Kovacic che in occasione della seconda rete croata ha servito un pallone d'oro a Srna.

Non c'è stata quasi mai partita, ma solo il timore da parte dei croati che dopo l'espulsione di Mandzukic, la concentrazione potesse venire meno; ma cosi non è stato. La nazionale croata guidata saggiamente da Niko Kovac, ha tenuto per tutto l'arco della gara in mano la partita, senza eccessive sbavature, ma con la consapevolezza di potercela fare, a passare il turno; anche perchè detto francamente la nazionale islandese era ed è stata davvero poca cosa.

Troppo differente il divario fra le due nazionali, con la Croazia che grazie a questa affermazione, dopo lo 0-0 della gara d'andata disputata in terra islandese, passa per la quarta volta nella sua storia alla fase finale di un mondiale.

Avvenimento che non è mai riuscito alla nazionale islandese, che sia dal punto di vista tecnico che tattico, non può a torto o a ragione considerarsi una nazionale che può ambire a disputare un mondiale, anche perchè i suoi giocatori sono dei semi-professionisti, ossia praticano anche altri lavori oltre il calcio.

Quindi a rigore di logica è più che meritata la vittoria e la qualificazione ai mondiali 2014 per la compagine croata.