Due esoneri eccellenti hanno e stanno caratterizzando la giornata calcistica di oggi: sono stati infatti, esonerati due allenatori che finora non hanno reso secondo le aspettative, sia dal punto di vista del gioco che soprattutto dal punto di vista dei risultati.

Il Chievo ha esonerato l'allenatore Giuseppe Sannino. Il rendimento del tecnico nativo di Napoli, è stato alquanto deludente. Infatti nella sua gestione la squadra clivense è ultima in classifica a quota 6 punti dopo 12 giornate di campionato. Questo lo score della squadra veneta: 6 punti in 12 partite, 1 vittoria, 3 pareggi e ben 8 sconfitte. Sette le reti realizzate e ben 18 quelle subìte. 

Al suo posto la società clivense starebbe pensando ad  Eugenio Corini che, nella passata stagione, ha centrato con il Chievo l'obiettivo della salvezza.

Anche la Sampdoria , dopo la sconfitta per 2-1 patita contro la Fiorentina, ha deciso oggi, di esonerare il tecnico Delio Rossi, che comunque lo scorso anno, è riuscito a condurre alla salvezza la squadra blucerchiata. E' stata fatale al tecnico ex Palermo, la sconfitta proprio contro la sua ex squadra ossia la Fiorentina di Montella.

I doriani in classifca sono posizionati al penultimo posto assieme al Catania a quota 9 punti, frutto di 2 vittorie , 3 pareggi e sette sconfitte; 13 goal fatti e ben 23 subìti

A sostituire Delio Rossi, c'è un ballotaggio fra Zeman e Mihajlovic. Questo il comunicato del club: "L'U.C. Sampdoria S.p.a. comunica di aver sollevato dall'incarico di responsabile tecnico della prima squadra il sig. Delio Rossi e il suo staff. La società ringrazia tutti per l'impegno profuso e per la professionalità dimostrata in questi mesi di collaborazione e augura agli stessi le migliori fortune umane e professionali per il prosieguo delle rispettive carriere. L'U.C. Sampdoria comunica altresì che, alla ripresa degli allenamenti, fissata per domani, martedì 12 novembre, la conduzione tecnica della prima squadra sarà temporaneamente affidata al sig. Francesco Pedone".

Sia Zeman che Mihajlovic, devono prima rescindere i loro rispettivi contratti che li legano, rispettivamente alla nazionale serba e alla Roma per accasarsi uno dei due alla Samp.
Staremo a vedere