Ieri si è disputata Juventus - Avellino, partita finita con un netto 3-0, a segno Giovinco, Caceres e Quagliarella. Le reti sono state realizzate tutte nel primo tempo, nel secondo tempo invece chi ha fatto goal è il tifo.

La partita di ieri, bella dentro e soprattutto fuori al campo ha dato un vero e proprio esempio a tutto il calcio italiano. I tifosi irpini, molto calorosi, hanno sostenuto la propria squadra per tutti i novanta minuti, protagonisti di una bella immagine hanno mandato un segnale inequivocabile a tutto il popolo campano. Erano circa 1400 i tifosi ospiti presenti allo Juventus Stadium, ma sembravano il triplo, nel secondo tempo insieme ai tifosi della Juventus si sono resi protagonisti di un vero e proprio spettacolo, fin ora mai visto, o quasi.

Si giocava il secondo tempo quando il pubblico di Torino applaudeva i tifosi ospiti per essersi resi protagonisti con le sciarpe che alzavano e abbassavano contemporaneamente. Sentiti gli applausi, gli irpini hanno innalzato un coro: "Forza Juve alè, forza Juve alè, forza Juve alè" pronta la risposta di tutto lo Juventus Stadium con un coro rivolto all'Avellino: "Tornerete, tornerete, tornerete in serie A".

Un vero e proprio clima di festa, apprezzato anche dai giocatori in campo intervistati a fine partita, uno dei tanti proprio l'attaccante campano Fabio Quagliarella affermando ai microfoni della Rai che uno spettacolo simile dovrebbe ripetersi tutte le domeniche. I tifosi del Napoli non hanno gradito la bella serara e subito dopo la partita si sono scagliati contro le due squadre in questione con parole poco delicate per entrambe.

Per una volta che a vincere è il tifo, perché avere queste reazioni? Da simili spettacoli di tifo tutti hanno qualcosa da imparare.