Questa è una valutazione complessiva e, pertanto, tiene conto anche del periodo precampionato e della competizione di Champions League.

Inler 6 - Le sue stoccate da fuori area ci hanno fatto godere in più di un'occasione, ma, parlandoci chiaro, non è esattamente quello che ci aspettavamo da lui. Un leader, un regista, uno che prende in mano la squadra: questo sarebbe servito. Gokan è un giocatore dai piedi buoni e con il colpo ad effetto ogni tanto.

Non basta per puntare in alto.

Insigne 6,5 - E' il talento che ancora non vuol sbocciare di questo Napoli. In attacco è l'unico trequartista ancora all'asciutto, fortuna che almeno ha rifilato due gol magistrali al Borussia nel girone di Coppa. Altrimenti avremmo seri dubbi sulla sua capacità di centrare la porta. E invece la punizione magistrale al San Paolo la ricordano ancora tutti, ma in Serie A nulla di che.

Maledetto.

Mertens 7,5 - Fatico a credere che un giocatore così debba restare in panchina sia con il Napoli che con la Nazionale Belga. Quando gioca è un mostro di bravura. Dispensa colpi da maestro, accelerazioni brucianti, giochi di gambe, conclusioni potenti ed angolate. Chi non ricorda il tacco che ha permesso a Zapata di segnare un eurogol col Marsiglia? Ispirato.

Callejon 9 - Ho occhi solo per lui, l'ammetto.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
SSC Napoli

Un giocatore così è un dono del Cielo per qualunque squadra. In qualunque modulo, con qualsiasi compito (difensivo o offensivo) Josè Maria si fa trovare sempre pronto, sempre attento, ma soprattutto è sempre decisivo. E' già in doppia cifra ed anche con il Cagliari aveva regalato il gol partita, poi ingiustamente annullato dal guardalinee. Su di lui si può contare. Una garanzia, fenomeno indiscusso.

Higuain 8 - Inzia con qualche timore il campionato, ma è naturale. Dispensa sempre una quantità considerevole di assist e gioca a tutto campo per la squadra. Nelle ultime partite sono arrivati anche i gol, quelli pesanti. Quelli che lo proiettano in cima alla classifica marcatori e come capocannoniere della squadra. Gonzalo ha talento e qualità, può ancora migliorare. Non lo ammetterà mai, ma anche lui a Madrid era abituato a qualche campione in più nella rosa.

Pandev 7,5 - Spesso si inizia ad intonare il De profundis per il macedone che quando non è in forma sembra in fase di declino acuto. Ma, alla fine, quasi per miracolo torna sempre il rapace d'aria di rigore che conosciamo. Prende falli, rigori, fa gol ed assist. A parte qualche momento di relax, Goran c'è sempre quando la squadra ha bisogno di lui.

Zapata 6 - Gioca poco, probabilmente partirà a Gennaio.

Ma è indubbio che le qualità per far bene il ragazzo le abbia. Forse il Napoli però non può garantirgli le condizioni giuste per farlo esprimere. Con l'Europa League che entra nel vivo serve gente più pronta ed esperta. Promettente.

Hamsik 7 - Il capitano è il capitano. Non si discute. Le sue prestazioni sono sempre di grande valore ed i suoi gol ad inizio stagione sono stati pesanti per indirizzare la squadra sui binari giusti. Poi si è un po' perso, nelle ultime partite non ha brillato ed infine è arrivato l'infortunio. Ogni anno Marek si prende quei 2-3 mesi di riflessione in cui non punge, poi però torna un leone in primavera. Se limitasse i momenti di blackout sarebbe un campione inarrivabile. Al livello di Lampard e Gerrard che Benitez conosce molto bene.



Articolo speciale per i voti di Benitez, De Laurentiis e Bigon per il quale verrà affrontato il tema calciomercato ed investimenti di quest'anno. Voi intanto che voto gli dareste?

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto