Il Napoli esordisce in Coppa Italia, piegando non senza fatica, una grintosa Atalanta. Solita bellissima atmosfera al San Paolo, nonostante la pioggia.

  • La cronaca
  • Primo tempo.
Nei primi minuti, come prevedibile, il Napoli fa la partita, senza creare grossi pericoli. Dopo una decina di minuti, si sveglia l'Atalanta, con Livaja che impegna da lontano Rafael; passano un paio di minuti e De Luca sorprende tutti raccogliendo un cross basso dalla sinistra e trafiggendo da due passi l'incolpevole Rafael.

Ma la gioia e lo stupore durano poco: infatti, dopo appena due minuti Callejon realizza uno dei più bei gol dell'intera stagione: cross dalla sinistra di Reveillere, e lo spagnolo, piazzato sul lato opposto, dal limite dell'area colpisce di collo destro e manda la palla nell'angolino opposto: applausi.

Il Napoli continua a spingere, ma al 29esimo è l'Atalanta ad andare di nuovo vicina al gol con un traversone di Giorgi dalla sinistra per De Luca, per anticipare il quale Britos rischia un clamoroso autogol, deviando in angolo ma mandando la palla vicinissima al palo della porta difesa da Rafael.

Nei minuti seguenti, il Napoli continua a manovrare, ma non trova spazi contro un'Atalanta che si difende benissimo, e le squadre vanno quindi al riposo sull'1-1.

  • Secondo tempo.
Nella ripresa, la prima emozione viene data, dopo un quarto d'ora, dall'atteso rientro di Hamsik che rileva Pandev. Al 19esimo magistrale punizione di Insigne che colpisce in pieno l'incrocio dei pali. Al 26esimo, lo stesso Insigne porta il Napoli in vantaggio, con una rete dai risvolti alla Mai dire gol:cross dalla trequarti a cercare l`appena entrato Higuain, che si trova in nettissimo fuorigioco; appena parte il lancio, Del Grosso si gira col braccio alzato verso il guardalinee per chiedere l'offside, ma, mentre si trova in questa posizione, la palla lo colpisce sulla schiena, non arrivando dunque al Pipita, e rimbalzando verso il solissimo Insigne che ha gioco facile nel metterla in porta. Ci saranno polmiche, ma con le nuove direttive arbitrali, il gol appare regolare; nell'occasione Yepes viene espulso per proteste.

Il gol e la superiorità numerica sciolgono il Napoli, che a 12 dalla fine va vicino al terzo gol con un'acrobazia di Hamsik.

Terzo gol che arriva comunque un minuto dopo, col solito Callejon, che, solo davanti a Polito, raccoglie al volo un cross di Inler dalle retrovie e insacca.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto