Lo scambio Vucinic - Guarin sembrava cosa fatta fino e un paio d'ore fa, i giocatori con la gran voglia di cambiare aria hanno trovato subito l'accordo contrattuale con le rispettive società, ma anche tra Marotta e Branca non sembravano esserci problemi, la formula prevedeva lo scambio dei giocatori più un conguaglio economica a favore dell'Inter di circa 3 milioni di euro. Ma la trattativa è stata più complicata del previsto.

Nel pomeriggio è arrivata una dura contestazione da parte dei tifosi dell'Inter, la Curva Nord, che non vogliono lo scambio con la società bianconera, senza nulla togliere a Vucinic: per i tifosi è assurdo privarsi del miglior giocatore in rosa per darlo proprio ad una società storicamente rivale, forse quella per eccellenza.

Alle ore 18 circa il presidente indonesiano blocca la trattativa, dicendo di aver bisogno di riflettere in merito allo scambio e alla lettera dei tifosi.

Riflessione che a nostro parere non è servita a nulla, perché poco dopo tramite i procuratori sia Vucinic e Guarin hanno fatto sapere che entrambi vogliono cambiare aria, ma soprattutto Guarin ha ribadito che non metterà più piede alla Pinetina. Nel frattempo il procuratore del montenegrino ha chiamato Thohir per convincerlo a portare a termine questa trattativa.

Fredy Guarin ha trovato l'accordo con la Juventus fino al 2017, nel frattempo che Vucinic si dirige con i medici dell'Inter a Pavia dove alle 19:30 sono iniziate le visite mediche, domani sono previste quelle del colombiano.

Una trattativa che "sa da fare", nelle prossime ore è attesa la firma sul contratto dei giocatori e l'annuncio.

Juventus - Inter non finisce mai, e tra quindici giorni c'è la partita di campionato a Torino, ne vedremo delle belle.