Niente da fare per l'Inter, che non riesce a fermare la marcia della Juventus: la squadra di Conte si impone con un netto 3-1 che è l'estrema sintesi di un match che i bianconeri hanno dominato praticamente dall'inizio alla fine. Diverso il ritmo delle due squadre, con l'Inter troppo rinunciataria sin dalle prime battute e schiacciata da una Juventus capace di segnare già dopo un quarto d'ora con Lichtsteiner, che si inserisce a meraviglia su un assist al bacio di Pirlo e mette la palla nel sacco.

Sterile la reazione dell'Inter, che pure nel finale di primo tempo ha la grande palla gol per pareggiare i conti. Kovacic ruba palla a centrocampo e poi la serve a Palacio che non inquadra la porta da pochi passi. Chi si attende un'Inter arrembante nella ripresa si sbaglia di grosso, perché bastano un paio di minuti alla Juventus per andare di nuovo a segno. Una mischia in area nerazzurra non viene sbrogliata da Nagatomo, palla che si impenna e arriva sui piedi di Chiellini che non ha problemi a scaraventarla in rete da un metro.

Inter ormai in bambola ed ecco arrivare il terzo gol, con Vidal che si trova come sempre al posto giusto nel momento giusto per bucare ancora una volta Handanovic. L'orgoglio dell'Inter porta alla rete della bandiera segnata da Rolando e anche ad un'altra buona occasione non sfruttata da Palacio nel finale. Poi il risultato non cambia più e in fondo è giusto così perché la Juventus ha davvero strameritato la vittoria.

I bianconeri adesso viaggiano con nove punti di vantaggio sulla Roma in classifica visto che i giallorossi non hanno portato a termine - causa maltempo - la sfida con il Parma.

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Juventus Serie A

Da rivedere l'Inter, che non ha potuto utilizzare il suo ultimo acquisto Hernanes. La sensazione però è che Mazzarri dovrà ancora lavorare molto per riportare l'Inter ai vertici del calcio italiano.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto