Il Mondiale di calcio è ormai alle porte: tra pochi mesi avrà inizio in Brasile, patria di colpi di tacco, dribbling e rovesciate, la manifestazione che terrà incollati alla TV agli orari più improbabili gli sportivi di tutto il pianeta.

L'Italia dovrà affrontare un girone tutt'altro che abbordabile, in compagnia dei leoni d'Inghilterra, dell'Uruguay dei fenomeni Cavani e Suarez e dell'emergente Costarica. Il debutto è previsto il 14 giugno contro gli inglesi.

In attesa di riempire il carrello di birre e patatine per tifare gli azzurri, proviamo a metterci negli scomodi panni del c.t.

Prandelli, ipotizzando la lista dei 23 convocati che difenderanno i nostri colori.

D'altronde, si sa, siamo un popolo di santi, di eroi e di grandi navigatori, ma soprattutto di circa 60 milioni di commissari tecnici, molti dei quali peraltro convinti che il 4-4-2 sia il prefisso di Bologna.

Battute a parte vediamo chi sono al momento i giocatori papabili, ricordando che saranno convocati 3 portieri, 7 difensori, 8 centrocampisti e 5 attaccanti.

Portieri: sembra essere il ruolo con meno incertezze.

Buffon è sicuro del posto di titolare. Come prima riserva pareva certo Marchetti, ma il portiere laziale è alle prese con un infortunio e con un braccio di ferro con la società che ne stanno escludendo l'impiego. Se l'allarme sarà rientrato, il posto è suo, altrimenti possibilità per De Sanctis, che sta disputando un ottimo campionato con la Roma. Per il terzo posto favoritissimo Sirigu, con qualche minima speranza per il giovane Perin.

Difensori: si profila un blocco Juventus, soprattutto per quanto riguarda i centrali.

Sicuri convocati Chiellini (impiegabile anche a sinistra), Bonucci e Barzagli. L'altro centrale dovrebbe essere Astori, chanche ridotte al lumicino per Ranocchia e Ogbonna, poco impiegati nei rispettivi club.

Gli esterni saranno con ogni probabilità i milanisti Abate e De Sciglio, mentre Maggio e Criscito si giocano l'ultimo posto disponibile.

Centrocampisti: Prandelli vuole costruire una mediana con interpreti abili in entrambe le fasi, sia offensiva che di interdizione.

Ci saranno certamente Pirlo, Montolivo, Marchisio e De Rossi, rinato dopo la cura Garcia.

Quasi sicuri anche Candreva, Verratti e Giaccherini. Per l'ultimo posto in lizza Florenzi, protagonista di un ottimo campionato, Diamanti, in attesa di conoscere il suo futuro che potrebbe essere in Cina, Aquilani, Parolo e Thiago Motta.

Attaccanti: Tra infortuni e comportamenti sopra le righe di alcuni giocatori non saranno facili le scelte del c.t.

Sfortunatissimo Giuseppe Rossi, alle prese con l'ennesimo infortunio. Se riuscirà a recuperare pienamente un posto da titolare sarà suo. Ci saranno anche Balotelli e Osvaldo, sempre che sappiano tenere a freno il loro carattere bizzoso.

Buone possibilità di convocazione per il granata Cerci. Per l'ultimo posto in ballottaggio Gilardino, usato sicuro, e Berardi, il nuovo che avanza. Un gradino più indietro Insigne, impiegato con poca continuità da Benitez.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto