Ci si aspettava grande spettacolo, al contrario Roma-Inter è stato match con rari spunti e pochissime occasioni da gol: allo stadio Olimpico finisce 0-0 l'anticipo della 26esima giornata di serie A. Andiamo a vedere quali sono stati i migliori e i peggiori del match, scoprendo i voti della Gazzetta dello Sport.

Senza Totti e Maicon la Roma soffre in fase di costruzione e proposizione di gioco: i giallorossi sembrano inoltre accusare anche un leggero calo fisico e soprattutto nel primo tempo accusano l'organizzazione difensiva dell'Inter e il dinamismo del trio Alvarez-Icardi-Palacio. L'occasione più ghiotta della partita capita sui piedi di Pjanic, subentrato nella ripresa: dopo un'azione personale di Nainggolan, il bosniaco si trova a tu per tu con Handanovic.

Il portiere sloveno si supera, andando a respingere in calcio d'angolo e salvando i suoi.

Per l'Inter un ulteriore passo in avanti nel processo di crescita su cui sta lavorando Walter Mazzarri: positivo l'approccio alla gara e il finale gestito in maniera intelligente e propositiva. Positivo, soprattutto, la stabilità difensiva dimostrata su uno dei campi più difficili dell'intero torneo. Andiamo a vedere nello specifico quali sono stati i giudizi della Gazzetta dello Sport per Roma-Inter.

Roma: De Sanctis 6; Torosidis 6, Benatia 6, Castan 6,5, Romagnoli 6; Nainggolan 6,5, De Rossi 5,5, Strootman 5,5; Gervinho 5,5 (Florenzi sv), Destro 5 (Bastos sv), Ljajic 5,5 (Pjanic 6,5).

Inter: Handanovic 7; Rolando 6,5, Samuel 6, Juan Jesus 5,5; Jonathan 6 (Zanetti sv), Guarin 6,5, Cambiasso 6, Alvarez 6,5 (Hernanes 5,5), Nagatomo 6; Palacio 6, Icardi 6 (Botta 5).

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la pagina A.S. Roma
Segui
Segui la pagina Fantacalcio
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!