Il Brasile del calcio è in ansia per la sua stella, Neymar. Dopo la sofferta qualificazione ai quarti di finale, ottenuta battendo ai calci di rigore il Cile, grazie anche ad uno strepitoso Julio Cesar, i brasiliani non possono rilassarsi in attesa del prossimo match con la Colombia, ma saranno costretti a soffrire ancora, aspettando notizie sullo stato di salute del loro beniamino.

L'allarme è stato lanciato da Felipe Scolari, tecnico della nazionale verdeoro, al termine del match col Cile. Il selezionatore sudamericano, senza troppi giri di parole, ha affermato che Neymar, nel corso della partita, è caduto due - tre volte e che molto probabilmente sarà costretto a fermarsi e a stare a riposo per almeno quattro giorni: "potrebbe essere un problema averlo a disposizione per la prossima partita" ha concluso Scolari, gettando un grosso interrogativo sul prosieguo del Mondiale della 22enne stella brasiliana.

La preoccupazione aumenta soprattutto tenendo conto del difficile quarto di finale che vedrà il Brasile, venerdì 4 luglio, opposto alla scoppiettante Colombia di Cuadrado e soprattutto del capocannoniere James Rodriguez, decretato miglior giocatore della fase a gironi. Sicuramente non basterà la mediocre Seleçao vista in campo contro il Cile per avere la meglio sui "cafeteros" e la strada verso la semifinale potrebbe farsi ancora più dura se dovesse arrivare anche il forfait Neymar.

Non poteva mancare il parere del medico della Nazionale brasiliana, Runco, il quale è apparso più ottimista di Scolari. Secondo il dottore, infatti, il numero 10 del Brasile ha subìto solo un colpo: "niente che ci preoccupi". Un'affermazione che lascia aperto un'importante spiraglio sulle condizione fisiche di Neymar, unico fuoriclasse della squadra brasiliana attuale, e per questo ancora più importante e decisivo sia per il tecnico che per i tifosi della Seleçao che sognano di vincere il sesto mondiale della loro storia in casa.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto