È un Toro che guarda al Sud America quello che qualificato in Europa League sotto la guida di Giampiero Ventura. Il Calciomercato granata è caratterizzato da diversi colpi frutto del lungo lavoro svolto negli ultimi mesi dall'osservatore argentino Luciano Zavagno.

Il primo sudamericano ad essere stato acquistato dal Toro durante questa sessione di calciomercato è stato Josef Martinez, brevilineo attaccante classe 1993 proveniente dagli svizzeri dello Young Boys, la stessa squadra dalla quale è stato prelevato Alexander Farnerud. Capitano della selezione Under 20 del Venezuela durante il campionato sudamericano di categoria, è stato anche convocato in nazionale maggiore e potrebbe essere una delle giovani sorprese del prossimo campionato di serie A.

In dirittura d'arrivo è anche il brasiliano Bruno Peres, terzino destro del Santos che può giocare anche a sinistra. Ventura vede nel difensore il sostituto ideale del nazionale Matteo Darmian ed un possibile contendente sull'out mancino del neoacquisto Cristian Molinaro. A bloccare per il momento il trasferimento è il discorso legato al tesseramento degli stranieri: per farlo arrivare a Torino è necessario liberare un posto da extracomunitario e a partire verso l'estero potrebbe essere uno tra Abou Diop, Alen Stevanovic o Guillermo Rodriguez.

L'altro nome caldo di questo calciomercato granata è quello del centrocampista argentino Sanchez Miño. Gianluca Petrachi e Urbano Cairo hanno parlato a lungo con gli emissari del Boca Juniors giunti direttamente a Torino per accelerare le trattative.

Già trovato l'accordo con il giocatore, il nodo rimane quello legato alla differenza di 500 mila euro tra la cifra richiesta dalla società argentina e quella offerta dai granata. Un altro argentino nei radar di Petrachi è l'interista Ruben Botta che potrebbe essere l'alternativa ad Omar El Kaddouri nel caso in cui questo dovesse essere riscattato dal Napoli.