Arriva l'annuncio (non ancora ufficiale) della cessione del Cagliari Calcio ma la società 'non vola' negli Stati Uniti. Gli americani sono svaniti nel nulla così Cellino decide di vendere alla Fluorsid di Tommaso Giulini. Costo dell'operazione 45 milioni di euro.

Inutile l'accordo con gli americani

Volava la fantasia dei tifosi cagliaritani all'udire dell'arrivo di un gruppo di magnati americani nei posti dirigenziali della società. Sarebbe stata segnata così l'ennesima perdita per il calcio italiano. Il presidente Cellino avrebbe avuto - qualche settimana fa - un incontro col rappresentate del gruppo americano a Miami, ma ad un passo dalla firma si sono perse le tracce degli investitori a stelle e strisce.

Il Cagliari in mano a Giulini per 45 milioni

Intanto Cellino afferma di aver trasferito il suo cuore a Leeds, dove investirà il capitale ricavato per riportare in Premier la storica società inglese. La scelta drastica di vendere a Giulini, ex membro del consiglio di amministrazione dell'Inter, è dovuta alla richiesta mossa dagli americani di allungare le trattative per almeno ulteriori novanta giorni. Novanta giorni che non rientravano, invece, nei programmi di Cellino che così ha deciso di prendere la decisione più rapida e indolore possibile. Così stando a quanto dichiara Cellino e alle indiscrezioni che trapelano dalla società la firma è ormai una formalità.

Abbandonata la squadra sarda, che ha lottato fino alla fine del campionato per evitare la retrocessione terminando la stagione con 39 punti, per Cellino sembra aprirsi un nuovo palcoscenico in Inghilterra in casa del Leeds, società di cui Cellino ha rilevato il 75%.

Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!