Squadra che vince non si cambia... Anzi, "modulo" che vince non si cambia. Cesare Prandelli, dopo l'importante vittoria colta sull'Inghilterra al debutto mondiale, non ha alcuna intenzione di cambiare il 4-1-4-1 schierato contro i "leoni" inglesi. Al commissario tecnico è piaciuto il centrocampo folto con i piedi buoni dei vari Pirlo, Verratti, Marchisio e Candreva, più un De Rossi pienamente a suo agio nel ruolo di schermo davanti alla difesa. Già, proprio il reparto arretrato, al momento, è il maggior cruccio di Prandelli, il quale infatti sta pensando di optare per alcuni cambi.

Il maggior indiziato a perdere il posto da titolare è Paletta. Il difensore italo-argentino è apparso un po' lento e impacciato contro l'Inghilterra, e forse ha ancora bisogno di tempo per amalgamarsi al resto del gruppo e comprendere a pieno le indicazioni del tecnico. La "tentazione" di Prandelli è quella di riportare Chiellini al centro: lo juventino, nel match d'esordio, è stato in grande difficoltà sulla fascia sinistra, dove spingeva poco e si faceva facilmente saltare in velocità da Welbeck. Contro il Costa Rica che ha delle ali offensive ancor più veloci di quelle inglesi, potrebbe essere piuttosto rischioso avere ancora Chiellini nel ruolo di terzino sinistro.

Con Paletta in panchina e Chiellini centrale al fianco di Barzagli, si dovrà per forza cambiare anche sulle fasce. Darmian non si tocca, considerata la strepitosa forma sfoggiata nel match d'esordio, e allora sugli esterni potrebbe esordire Abate. Il terzino milanista non viene da una buona stagione, e Prandelli preferirebbe recuperare De Sciglio, ma quest'ultimo difficilmente sarà pronto per la gara con Costa Rica.

Con l'inserimento di Abate, che gioca solo a destra, Darmian scivolerebbe a sinistra, e il commissario tecnico azzurro ha dei dubbi in tal senso, perché gli è piaciuto molto il binario di destra Darmian - Candreva visto in azione contro l'Inghilterra. Un'ulteriore alternativa potrebbe essere Bonucci in mezzo e Chiellini di nuovo a sinistra, con tutte le difficoltà spiegate precedentemente. Ma a questo punto, sarebbe lecito chiedersi perché Prandelli ha convocato Abate, se poi non lo fa giocare neanche nel momento del bisogno.

Segui la nostra pagina Facebook!