Comincia con una vittoria il Mondiale del Brasile che, all'Arena Corinthians di Sao Paulo, contro una buona Croazia si impone per tre reti ad una.

Eppure la partita si era subito messa in salita per i verdeoro. I croati, infatti, dopo aver sfiorato il gol con Olic (colpo di testa di poco a lato su cross perfetto di Perisic), riescono a passare in vantaggio al minuto 11 grazie ad una sfortunata deviazione nella propria porta di Marcelo.

Gli uomini di Felipe Scolari faticano a costruire gioco, merito della buona organizzazione tattica della Croazia, ben messa in campo dal giovane commissario tecnico Nico Kovac.

Poi però si accende la stella di Neymar. Un suo acuto e un tiro di grande precisione dalla distanza sorprende il portiere croato Pletikosa che si allunga come può ma non riesce ad intercettare ad evitare il gol. Palla che carambola sul palo e si insacca per l'1-1.

Dopo il gol il Brasile trova maggiore convinzione nei propri mezzi e spinge sull'acceleratore alla ricerca del vantaggio. Ci provano prima Paulinho (conclusione respinta da Pletikosa) e poi Hulk (tiro da buona posizione che finisce altissimo). Il primo tempo si conclude in parità.

La ripresa inizia con una potenziale occasione per il Brasile. Poi fase di stallo fino al minuto 69' quando Fred, servito in area di rigore, si lascia cadere dopo un impercettibile contatto con Lovren.

L'arbitro non ha dubbi, concede il calcio di rigore e ammonisce il difensore croato. Sul dischetto si presenta Naymar che prende la rincorsa batte, con qualche brivido, Pletikosa. E' il gol del 2-1 che fa esplodere l'Arena colorata di verdeoro.

Qualche minuto dopo è il difensore David Luiz ad avere l'occasione di chiudere il match, ma la sua capocciata termina alta sopra la traversa.

All'83' la Croazia trova il gol del pareggio, ma il gioco è già fermo (fallo su Julio Cesar) quando Perisic mette la palla in rete. Ci prova anche Modric nel finale ma l'estremo difensore brasiliano è attento e para.

Al 91' ci pensa il giovane Oscar a chiudere le ostilità realizzando il gol del definitivo 3-1 con un tiro di punta che ruba il tempo a Pletikosa e si insacca all'angolino.

Fine dei giochi e primi tre punti di questo Mondiale al Brasile.

Le pagelle di Brasile-Croazia

Era l'uomo più atteso ed ha risposto con una doppietta: mica male per Neymar (voto 7) che ha risposto bene all'esordio mondiale. Bene anche Oscar (voto 6,5), molto bravo nelle due fasi. Male Hulk (voto 5), spento e fuori partita. Nella Croazia grande gara per Modric (voto 6,5), cervello della squadra. Bene anche Perisic e Olic (voto 6). Da rivedere Kovacic (voto 5).