La difesa dello scudetto comincia bene per la Juventus, che inaugura il nuovo campionato incamerando i primi 3 punti in classifica sconfiggendo per 1-0 il Chievo in una partita fuori casa. La gara è stata ampiamente dominata dai banconeri, i quali hanno fatto di tutto per sprecare la notevole quantità di palle-goal costruite e nessuna messa nella porta del Chievo. Questi ultimi hanno subito il gioco della Juventus mettendo in evidenza l'indiscussa superiorità tecnica della squadra ospite oltre che quella fisica, e se non c'è stato un risultato più pesante è dovuto soltanto alla mancanza di precisione dei tiratori juventini.

Formazioni

CHIEVO (4-3-3): Bardi , Frey , Cesar , Dainelli , Biraghi , Izco , Mangani (1' st Radovanovic , 23' st Cofie ), Hetemaj , Birsa , Schelotto (1' st Paloschi ), Maxi Lopez .

(15 Bizzarri, 90 Seculin, 5 Gamberini, 26 Edimar, 20 Sardo, 14 Cofie, 7 Lazarevic, 19 Botta, 69 Meggiorini, 87 Zukanovic). All.: Corini.

JUVENTUS (3-5-1-1): Buffon , Caceres , Bonucci, Ogbonna , Lichtsteiner , Pogba , Marchisio , Vidal (40' st Pereyra ), Asamoah , Coman (23' st Llorente ), Tevez . (30 Storari, 34 Rubinho, 13 Evra, 38 Mattiello, 30 Marrone, 20 Padoin, 7 Pepe, 2 Romulo, 12 Giovinco). All: Allegri.

Cronaca

L'arbitro dà il fischio d'inizio e subito Tevez gira di poco a lato. Poi è la volta del neo-acquisto Coman, il cui destro a giro viene deviato. E' il 4' e sul corner di Tevez, Bardi viene superato sul secondo palo e Caceres colpisce di testa il pallone che rimbalza sulla schiena del portiere, poi su Biraghi, per finire poi in rete: la Juventus è in vantaggio. Prova a reagire il Chievo con un colpo di testa di Schelotto, ma centrale.

I migliori video del giorno

Un'occasione per raddoppiare per Marchisio che tira alto. Spettacolo di Vidal che nell'area avversaria mette in angoscia la difesa del Chievo che si salva con Frey e con Cesar. Dal corner che segue, Vidal esegue un colpo di testa che si stampa sul palo. Grande occasione per i gialloblu con un contropiede che parte da Birsa che lancia Schelotto, che conclude con un tiro inconsistente. Successivamente è l'ottimo Coman che chiama Bardi a difendere la sua porta. Due grandi occasioni per la Juventus per portarsi sul 2-0 vengono sul finire del primo tempo: Lichtsteiner effettua un cross dalla destra e Tevez di testa colpisce la traversa e poi è Caceres, con un altro colpo di testa a colpire il legno.

Il 2° tempo inizia per il Chievo con Paloschi al posto di Schelotto e Radovanovic per Mangani: Corini passa a un 4-4-2. Ma è sempre la Juventus a rendersi pericolosa con Coman che calcia di destro un tiro che finisce fuori di poco e poi esegue un colpo di testa che termina di poco alto sulla porta.

Al 68' proprio Coman esce dal campo per far entrare Llorente. Ed è quest'ultimo che esegue un colpo di testa che costringe Bardi ad una parata in tuffo che gli fa deviare il pallone in corner. A seguire è Caceres che calcia sicuro ma Dainelli lo devia. Ancora Lichtsteiner smarca Llorente in area che viene anticipato da Frey. Improvvisamente il Chievo riesce a portare Maxi Lopez davanti a Buffon che salva la porta ed evita la beffa. Nel finale di partita abbiamo ancora un destro di Tevez che termina di poco a lato della porta e una gran botta di Pogba. In fase di recupero, Corini tocca il pallone prima che esca dal rettangolo di gioco e viene espulso. Al triplice fischio dell'arbitro, Allegri raggiunge subito l'ingresso degli spogliatoi, probabilmente contrariato dal risultato misero ottenuto dai suoi calciatori.