Con una decina di giorni di anticipo si fa ormai imminente il rientro tra i disponibili per Andrea Pirlo. Il tecnico Massimiliano Allegri pare intenzionato a portare in panchina l'esperto centrocampista nella trasferta di sabato sera a Bergamo contro l'Atalanta, magari facendogli assaggiare il campo per qualche minuto per poi valutare nei giorni successivi la possibilità di schierarlo nell'importante sfida di Champions League contro l'Atletico Madrid, il mercoledì successivo, a gara in corso o addirittura dall'inizio. Nelle partite sin qui giocate dalla Juventus, Claudio Marchisio non ha fatto per niente rimpiangere l'assenza del "professore", sfoderando prestazioni importanti seppur con caratteristiche diverse rispetto al compagno di squadra.

Più inserimenti, più possibilità di arrivare al tiro dal limite dell'area (come successo in occasione del goal del 2-0 all'Udinese) e più dinamismo, ma meno profondità o capacità di gestire il gioco a proprio piacimento.

Pirlo da qualche giorno è tornato a calciare e a fare qualche allenamento assieme al gruppo e le sue condizioni sembrano in netto miglioramento. Si avvicina dunque il suo esordio in questa stagione per riprendersi il posto in mezzo al campo - che gli spetta - e ripagare le belle parole pronunciate da Massimiliano Allegri ogniqualvolta si parla di lui, scacciando via ogni dissapore o incomprensione emersa durante l'esperienza dei due al Milan.

Nelle ultime ore poi sono emerse voci secondo le quali i Los Angeles Galaxy, squadra che milita nella MLS americana si sarebbero fatti avanti per acquistare proprio Pirlo.

I migliori video del giorno

Secondo Espn il coach americano Bruce Arena sarebbe molto interessato al centrocampista e avrebbe convinto la società a proporre a Pirlo un contratto superiore ai 3,5 milioni di euro che attualmente percepisce in bianconero. Difficile però che la Juventus si privi del suo gioiello sia perché ha da poco rinnovato il suo contratto fino al 2016 e sia perché è ferma intenzione di tutto lo staff puntare forte ancora su di lui.