L'attesa dei tifosi e degli stessi giocatori giallo rossi è stata premiata con i primi tre punti conquistati contro il CSKA Mosca. La Roma parte spingendo e infatti viene premiata al sesto minuto con un passaggio filtrante di Gervinho per Iturbe che si fa trovare smarcato davanti al portiere e lucidamente mette nell'angolino basso un sinistro imprendibile 1 a 0. Ogni azione della Roma sembra essere finalizzata in rete,infatti pochi minuti dopo Gervinho si fa trovare pronto e con l'assisti di Iturbe, visto molto in forma oggi, mette in rete da fermo smarcandosi e insaccando in rete alla sinistra del portiere.

Sembra essere più in forma la Roma che gli avversari stessi. La Roma rischia di prendere un gol ma è bravissimo De Sanctis a rimanere sui suoi passi e bloccare la palla. Dopo appena 10 minuti è Maicon ad allungare la differenza reti con un bel tiro di destro con forza che il portiere non riesce a mantenere e si insacca in rete. Al ventiseiesimo c'è da segnalare l'infortunio di Iturbe che viene prontamente sostituito da Florenzi. Grande possesso palla della Roma a centrocampo dove Keita porta grande equilibrio. Dopo poco, precisamente al 31', Gervinho segna la sua doppietta con una bella falcata laterale portandosi davanti ad un difensore del CSKA che viene prontamente dribblato e con prontezza mette in rete il quattro a zero.

La Roma spinge spinge e sfiora il gol del 5 a zero già nel primo tempo. Finisce così, dopo due minuti di recupero, il primo tempo.

Nel secondo tempo non ci sono ulteriori sostituzioni da parte della Roma il CSKA Mosca effettua un solo cambio Nababkin per Schennikov. Al 50' arriva il quinto gol con un autorete di Ignashevich dopo il colpo di testa di Florenzi.

Si hanno accenni di reazione da parte degli ospiti russi con dei tiri da fuori aria ma De Sanctis si fa trovare sempre pronto e reattivo. Al 70' sale la tensione all'interno dello stadio,infatti sono dovute intervenire le forze dell'ordine in assetto antisommossa per placare gli animi dei tifosi russi.

Un cambio per la Roma esce Gervinho ed entra Ljajic e al 75' esce Manolas, applauditissimo dai tifosi giallorossi, ed entra in campo Yanga -Mbiwa, esordio per lui. Annichilito il CSKA la Roma ha cercato di gestire il risultato, come ovvio che sia, nel secondo tempo. All'81' Musa segna il 5 a 1 dopo un errore di Torosidis che lo lascia davanti a De Sanctis che si arrabbia con la propria difesa. Ci sarebbe anche il secondo gol ma il guardia linee non vede la palla di poco entrata; poco prima Astori si era infortunato e, con tutti i cambi effettuati, la Roma non può sostituirlo costretta così a giocare gli ultimi 10' + 4' di recupero in 10 contro 11. E' mancato solo il gol di Totti per coronare la splendida prestazione dei capitolini.

Segui la pagina Champions League
Segui
Segui la pagina A.S. Roma
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!