Turno infrasettimanale di Serie A aperto ieri sera al Castellani di Empoli da Empoli-Milan (2-2), con i rossoneri salvati da Torres dopo un avvio sconcertante che in venti minuti aveva visto gli azzurri di casa portarsi in vantaggio di due reti. La quarta giornata prosegue con il blocco consistente del programma, mercoledì 24 settembre alle ore 20:45. Domani, sempre alle 20:45, chiude la giornata il posticipo Lazio-Udinese. Questo il quadro delle partite di oggi con le ultime news dalle sedi e i precedenti delle sfide in calendario.

Cagliari-Torino - Con il pareggio nell'anticipo di ieri l'Empoli stacca di un punto sardi e piemontesi che restano solitari ultimi in classifica, è presto sicuramente, ma al momento è sfida salvezza in Sardegna.

Dubbi sullo schieramento dei padroni di casa che Zeman scioglierà solo all'ultimo momento. Conferma tra i pali per Cragno, probabile turn over per Conti, è pronto a sostituirlo Crisetig, dovrebbe rientrare Cossu. Nel Torino in queste prime tre giornate sono emerse chiare le difficoltà in zona gol, 0 in 270', la partenza di Cerci e Immobile che lo scorso anno con le loro reti avevano riportato in Europa i granata dopo venti anni si fa sentire e non poco. Quagliarella-Larrondo il tandem in attacco che Ventura dovrebbe schierare al Sant'Elia per la ricerca del primo gol in campionato. Sono 28 i precedenti in casa degli isolani, con un bilancio a loro favorevole di 13 vittorie contro 4 dei granata, 11 i pareggi. Il risultato più frequente (0-0) si è registrato in 8 occasioni.

Fiorentina-Sassuolo - Dopo l'inizio non dei migliori i viola hanno trovato due successi consecutivi tra campionato e Europa League, con gli emiliani si cerca il tris per guadagnare posizioni in classifica; emergenza punta per Montella, dopo Rossi di nuovo stop anche per Gomez, pronto il baby Babacar, rientrano a centrocampo Borja Valero e Pizarro, probabile l'esordio dal fischio d'inizio di Micah Richards.

I migliori video del giorno

Dopo la batosta di San Siro il Sassuolo è tornato a compattarsi guadagnando un buon pari con la Samp, Di Francesco si affiderà a Floccari dal primo minuto, in campo anche Biondini, rientra al centro della difesa Cannavaro. Solo i 2 match dello scorso campionato i precedenti tra le due squadre, nella gara di Reggio Emilia la Fiorentina vinse 0-1.

Hellas Verona-Genoa - Momento sì per Verona e Genoa, gli scaligeri sono a 7 punti, solo due lunghezze meno di Juve e Roma, una vittoria con la squadra di Gasperini li proietterebbe in vetta. Il Genoa è reduce dal successo sulla Lazio, aveva fermato la Fiorentina ed era caduta solo nel finale nell'esordio a Napoli. Per i gialloblu conferma del giovane Ionita a metà campo, Pinilla dall'inizio nel Genoa. 14 i precedenti al Bentegodi, 6 successi dei veneti contro uno solo del Genoa, nel lontano 1957-58 (1-3).

Inter-Atalanta - Derby lombardo con i neroazzurri di casa imbattuti e bergamaschi in buona condizione. Mazzarri fa turn over, dal 1' Jonathan, Dodò ed Hernanes, esordio di Vidic al Meazza e Palacio dovrebbe giocare al posto di Osvaldo.

Qualche cambio anche per Colantuono che cerca il riscatto dopo il k.o. interno con la Fiorentina, digiuna in zona gol, ma confermato Denis prima punta. 55 i precedenti al Meazza con netta supremazia Inter, 38 vittorie contro le 9 dell'Atalanta, due delle quali negli ultimi incontri disputati (1-2 e 3-4).

Completano il quadro - Juventus-Cesena (a Torino 9 vittorie dei padroni di casa e 4 pareggi); Napoli-Palermo (al San Paolo 15 vittorie azzurre, 4 pareggi e una sola vittoria dei rosanero, nella stagione 1951-52); Parma-Roma (al Tardini 11 vittorie giallorosse contro 8 del Parma, 5 i pareggi); Sampdoria-Chievo (10 i precedenti a Genova, 7 vittorie blucerchiate contro una del Chievo).