Nel bene e nel male potrebbe esserci ancora Napoli nel destino di Walter Mazzarri. Da allenatore dei partenopei il tecnico toscano, nei quattro anni vissuti all'ombra del Vesuvio, nella stagione 2010/11 ha conquistando il terzo posto in Serie A riportando la squadra in Champions League dopo vent'anni dall'ultima partecipazione. Nel 2011/12 ha vinto la Coppa Italia ed è arrivato agli Ottavi di finale di Champions League eliminato dal Chelsea solo dopo i tempi supplementari. Nel 2012/13 è stato l'unico antagonista della Juventus conquistando il secondo posto in serie A. Adesso per Mazzarri la partita contro il Napoli, alla settima giornata alla ripresa del campionato, rappresenta una sorta di 'ultima spiaggia'.

Nonostante la fiducia del presidente Erick Thohir: "C'è la volontà di tutti di migliorarsi. Mazzarri darà il massimo e noi continueremo a dargli una chance. Speriamo che la pausa aiuti a valutare bene la situazione: il campionato si sta rivelando molto competitivo e forse per noi servirà più tempo", la dirigenza nerazzurra starebbe già lavorando per un cambio tecnico ed in caso di ulteriore e pesante sconfitta contro la sua ex squadra al suo posto verrebbe preso dal 'traghettatore' Walter Zenga. L'ex portiere neroazzurro, attualmente disoccupato, nel 2004/05 ha vinto il campionato rumeno con la Steaua Bucarest e nel 2005/06 ha conquistato il campionato e la coppa di Serbia e Montenegro con la Stella Rossa Belgrado.

Al termine della stagione, invece, i nomi più gettonati per la panchina interista sono tre: il 44enne tecnico dell'Ajax Frank de Boer, vincitore degli ultimi quattro campionati olandesi e della Supercoppa d'Olanda nel 2013; Sinisa Mihajlovic, già vice allenatore dei neroazzurri dal 2006 al 2008 con Roberto Mancini in panchina ed attualmente al terzo posto in campionato con 14 punti, alle spalle della Juventus con 18 e della Roma con 15; Diego Simeone, ex giocatore dell'Inter dal 1997 al 1999, campione di Spagna in carica e finalista dell'ultima Champions League con l'Atletico Madrid.

I migliori video del giorno

Il club nerazzurro è pronto ad intervenire già nella sessione di Calciomercato prevista a gennaio 2015. Per l'attacco c'è il 23enne Fabio Borini del Liverpool, pronto a tornare in Italia dopo l'esperienza alla Roma nella stagione 2011/12, per lui ventiquattro presenze e nove reti. Nel mirino dei dirigenti milanesi anche due centrocampisti: il 23enne brasiliano dell'Hoffenheim (secondo in Bundesliga insieme al Borussia Moenchengladbach con 13 punti alle spalle del Bayern con 17) Roberto Firmino ed il 22enne nazionale svizzero di origine albanese Xherdan Shaqiri del Bayern Monaco.