La Juventus di Max Allegri è attesa in campo martedì sera per la sfida di Champions contro l'Olympiacos: dopo la sconfitta del Pireo, e quella precedente contro l'Atletico Madrid, i bianconeri hanno l'obbligo di vincere davanti al loro pubblico per rilanciarsi nel girone A.

Qui Juve- Dopo un ottobre opaco, caratterizzato da risultati spesso negativi, ad Empoli la squadra di Allegri è tornata alla vittoria e a primeggiare in campionato: la sconfitta contro il Genoa, e prima quelle in Champions, avevano rischiato di minare la serenità del gruppo e di un tecnico da inizio stagione costantemente sotto esame; tutto risolto a quanto pare, o almeno fino a martedì.

Contro l'Olympiacos sarà infatti vietato sbagliare, la Juventus non potrà permettersi altro risultato al di fuori della vittoria: un pareggio sarebbe comunque negativo, Allegri lo sa e per questo dovrà mandare in campo la formazione migliore senza pensare troppo ai “nomi” e all'esperienza dei singoli; contro l'Empoli sono stati tenuti a riposo sia Pogba che Tevez (entrato nel finale), titolarissimi martedì sera, Morata ha dato risposte incoraggianti e resta dunque in pole per una maglia da titolare.

L'unica dota dolente per Allegri riguarda la situazione-infortunati: Ogbonna e Asamoah, entrambi usciti anzitempo dal campo a Empoli, restano in dubbio ma dovrebbero comunque farcela (Caceres intanto è sulla via del recupero); il principale nodo da sciogliere resta quello legato a Pirlo, e non è detto che il playmaker bresciano martedì parta dal 1'.



Juve (3-5-2): Buffon; Ogbonna, Bonucci, Chiellini; Asamoah, Pogba, Marchisio, Vidal, Lichsteiner; Morata, Tevez.



Qui Olympiacos- Reduce dall'anonimo 0-0 sul campo dell'Asteras Tripolis, la squadra di Michel si appresta a giocare la sfida di Torino consapevole della propria forza e convinta di poter mettere nuovamente in difficoltà i bianconeri: grazie ai 6 punti nel girone i greci possono giocare, come si usa dire, “col risultato” e fare una partita speculativa sapendo che anche una sconfitta non comprometterebbe per nulla il loro cammino.

Il tecnico comunque ha operato un consistente turnover sia in campionato che in Coppa, e non a caso le prestazioni ne hanno risentito: ciò che preoccupa di più l'ex centrocampista del Real Madrid in ogni caso è la situazione-infortunati dei suoi, coi vari N'Dinga, Dominguez e Afellay costretti recentemente ai box.

Michel dovrebbe (a meno di sorprese) però recuperarli tutti, e non saremmo affatto sorpresi se dovesse riproporre lo stesso undici visto in campo 15 giorni fa (unica eccezione Afellay al posto di Milivojevic)



Olympiacos (4-4-2): Roberto; Masuaku, Abidal, Botia, Elabdellaoui; N'Dinga, Kasami, Maniatis, Afellay; Dominguez, Mitroglu.



Pronostico e quote- La partita dell'andata non condiziona affatto i bookmakers (segno 1 a 1,26, X a 5,20, 2 a 10, X2 a 3,50): la Juventus che già al Pireo, nonostante il risultato negativo, aveva dimostrato di essere superiore all'Olympiacos, questa volta potrà contare anche sull'appoggio del proprio pubblico, aspetto questo tutt'altro che secondario.

Il nostro consiglio per la partita dello Juventus Stadium è di puntare sulla quota over 2.5 (1,90) sperando in una partita ricca di gol.