La vittoria della Roma sul campo del Genoa, se da un lato rende più acceso il duello tra i giallorossi e la Juventus per lo scudetto, dall’altro ha acceso furiose polemiche soprattutto da parte genoana per una serie di decisioni prese dall’arbitro Banti che, secondo il club rossoblu, sarebbe stato determinante per la vittoria romanista. Al termine della gara, sia il tecnico del Genoa, Gian Piero Gasperini, sia il presidente del Grifone, Enrico Preziosi, hanno rilasciato dichiarazioni al veleno nei confronti del direttore di gara. Soprattutto le parole del patron rossoblu sono state piuttosto dure verso la Capitale.

Preziosi, riferimento a Mafia Capitale: “Troppe cose strane stanno succedendo a Roma”

Enrico Preziosi, si sa, è un presidente dal carattere piuttosto fumantino. Al fischio finale di Genoa-Roma, il proprietario della società genoana non ha usato mezzi termini per attaccare l’arbitro Banti, facendo chiaramente riferimento all’inchiesta “Mafia Capitale” che in queste settimane si è abbattuta su Roma. Il patron del Genoa, infatti, ha parlato di “troppe cose” che stanno accadendo a Roma in quest’ultimo periodo, augurandosi che non sia “coinvolto anche il calcio”. L’allusione è, naturalmente, all’inchiesta giudiziaria che sta sconvolgendo la Capitale ed è inevitabile che le parole del numero uno del Genoa stiano accendendo ulteriormente il fuoco delle polemiche sulla Serie A, rischiando di andare anche oltre il mondo del calcio. Per quanto riguarda la direzione di gara dell’arbitro Banti, Preziosi lo definisce “una iattura” per il suo Genoa, poiché già in passato ci sarebbero stati episodi contrari alla sua squadra proprio quando è stata arbitrata dal fischietto di Livorno. In particolare, Preziosi contesta l’ammonizione nei confronti di Perotti quando, invece, il fallo di mano era stato commesso da un calciatore della Roma. In merito al goal del pareggio annullato ai rossoblu per fuorigioco, l’imprenditore avellinese ha parlato di “decisione molto dubbia”.

Gasperini fa ironia: “L’arbitro Banti era agitato"

Se Preziosi ha attaccato senza mezzi termini, chiamando in causa anche l’inchiesta “Mafia Capitale”, il tecnico del Genoa, Gian Piero Gasperini, punzecchia con amara ironia. Parlando della sua espulsione, l’ex allenatore dell’Inter ha affermato che, anche se l’espulso è stato lui, in realtà: “l’agitato era l’arbitro Banti”, riferendosi agli episodi dubbi che il direttore di gara avrebbe gestito favorendo la Roma. Gasperini chiarisce che prima di essere allontanato da Banti, gli aveva fatto solamente notare che aveva interpretato in maniera diversa gli episodi del rigore e della simulazione di Liajic.