Annuncio
Annuncio
La Juve non va oltre lo 0 a 0 nella sfida dell'Artemio Franchi contro la Fiorentina andando così a + 4 sulla Roma impegnata oggi alle ore 18 nella sfida insidiosa contro il Sassuolo. La squadra di Montella, stasera, ha letteralmente ingabbiato le manovre bianconere. Coman viene schierato titolare dal primo minuto al posto di Tevez e la scelta di Allegri per questa visione alternativa si rivelerà errata. Nel secondo tempo infatti l'Apache entra in campo, ma ormai i giochi sono fatti. E' bravo l'argentino a far salire la squadra e a ridare nuova linfa ad un attacco che fino a quel momento non aveva brillato, ma i viola ci sono e ogni volta che attaccano è un incubo, un presagio di una possibile sconfitta come contro il Genoa. La Fiorentina è ineccepibile. Brava la difesa, bravo Borja Valero e bravo Fernandez, talento esploso recentemente. Un ragazzo senza dubbio di tante prospettive. Montella può dirsi soddisfatto dei suoi ragazzi, conscio di aver fermato una Juve inarrestabile finora. Gomez ha giocato e pure troppo rispetto alle previsioni, visto che la partita era molto dispendiosa sul piano delle energie, ma il tedesco può dire di esserci stato anche lui per questa impresa che, sicuramente, andrà ad essere immortalata insieme al 4 a 2 della scorsa stagione, nell'album dei ricordi dalle tinte viola. Pirlo non ha estratto dal cilindro alcuna soluzione stavolta e nemmeno ne ha potuto avere l'occasione visto che è stato sostituito a dieci minuti dalla fine per far posto a Marchisio. La Roma dall'altra parte dell'Italia medita quel -1 e vuole prenderselo costi quel che costi.



Scontro tra difese - Una partita avvincente quella di Firenze che ha visto in azione belle prestazioni da una parte e dall'altra. Non si parla di attacco, ma di difese. Le retroguardie sono state impenetrabili. Bonucci in qualità di difensore centrale ha fatto per un attimo congelare ai dirigenti le trattative di mercato, i viola con Gonzalo Rodriguez, Basanta e Joaquin costituivano un trio compatto in grado di stroncare sul nascere le iniziative offensive di Vidal e Pogba.



Cosa è mancato? - Nel corso del secondo tempo i ritmi sono aumentati e per circa venti minuti la viola ha cercato di portarsi in vantaggio, ma un Buffon imbattibile stasera ha tenuto testa ai tentativi di Cuadrado, che nei minuti finali esce dal campo di gioco per infortunio alla coscia destra. Babacar subentrato a Gomez rappresenta un costante pericolo perché nelle ripartenze arpiona i lunghi lanci, ma in un paio di occasione temporeggia nel concludere in rete favorendo l'intervento di Chiellini e Bonucci. Giuseppe Rossi dalla tribuna osservava in silenzio i compagni. Chissà come sarebbe andata con lui.



In corsa per un posto nell'Europa di prima fascia - La Fiorentina con il pareggio di stasera va a quota 20 punti in classifica a -3 dal Napoli che dovrà vedersela in casa con l'Empoli, galvanizzata quest'ultima dalla vittoria in Coppa Italia contro il Pescara. Le due genovesi con Verona e Milan potrebbero allungare la serie positiva.