Ad aprire la conferenza stampa di presentazione di Samuel Eto'o alla Sampdoria è il numero uno blucerchiato, il presidente Massimo Ferrero che tuona: "Alla mia prima conferenza mi presentai con la maglia 10. Qualcuno la ricorda? Ora mi sono presentato con la 101, questa è la carica dei 101. Sono a Genova da 7 mesi, una città stupenda che io amo esportare. Una città che però non sempre viene rispettata, anche in ambito calcistico. Quindi noi pretendiamo rispetto. Non c'è solo la Juventus, la Roma, lInter ed il Milan, insomma le solite. C'è anche la Sampdoria!

".

"Quando sono arrivato 4 anni fa all'Inter mi chiesero il perchè molti campioni lasciavano la Serie A, poi però l'Inter vinse la Champions League. C'erano giocatori come Kaka, Ibrahimovic e Shevchenko che lasciavano l'Italia, c'è crisi, non ci sono disponibilità economiche, ma spero di essere smentito e che la Sampdoria vinca tutto". Esordisce così Samuel Eto'oTi aspetti di giocare contro il Torino? "Sì".

Il sogno a fine campionato? "Chiaramente non ho parlato chiaramente di obiettivi, credo che però nel calcio ci si deve prefissare delle mete. Ad inizio stagione non credo che la società aspirava al terzo posto, ma il nostro obiettivo è quello di vincere tutte le partite". Sei già venuto al Marassi, quali ricordi hai?

"Sì sono venuto con l'Inter ed ho pure segnato, ma adesso la musica cambia, adesso difendo la Sampdoria".

Cosa è stato per te il Presidente Moratti? "Un padre per me, sono dispiaciuto che abbia lasciato questo mondo". Lo Scudetto in 2 anni è possibile? "Il presidente Ferrero fa bene a sognare. Io sono nato in un paese povero ma bellissimo ed ho realizzato tutti i miei sogni, voglio portare qui la fame di vittorie".

Il presidente le ha promesso un film in cui si parlerà della sua vita? "Non è obbligato a farlo, a me interessa solo il campo".  Su Mihajlovic e la posizione in campo. "Mihajlovic è un vero uomo, dentro e fuori dal campo, mi ricorda Aragones. Sono stato preso per segnare, ma so anche sacrificarmi". Ed è tutto dall'Acquario di Genova location suggestiva per presentare la nuova pantera nera della Sampdoria, Samuel Eto'o.