Silvio Berlusconi non ha voluto fare mancare il proprio saluto al Milan poche ore fa, ed è voluto atterrare con il proprio aereo personale a Milanello per 'catechizzare' i giocatori prima della partenza verso la Cina. Quella che sta per iniziare è una tournèe che il presidente considera nevralgica per l'immagine del club in territorio asiatico, soprattutto in vista dell'imminente quotazione della società rossonera alla borsa di Hong Kong, dopo avere formalizzato il passaggio delle quote minoritarie al broker thailandese Mr Bee.

Secondo quanto pubblicato dal sito di Gianlucadimarzio.com, Berlusconi ha dapprima pranzato con l'a.d.

Galliani e con l'allenatore Sinisa Mihailovic, successivamente ha voluto salutare personalmente i nuovi arrivati a Milanello, ricordando loro quanto i tifosi confidino nelle loro qualità per rilanciare le ambizioni internazionali del Diavolo. Nel suo discorso alla rosa milanista, ha voluto ribadire a chiare lettere la totale fiducia nell'operato di Mihailovic e dei propri collaboratori.

Ha dichiarato di ritenere la rosa già valida cosi com'è, anche se questo non esclude nuovi arrivi, ed infine ha ricordato quanto sia importante la tournèe cinese soprattutto per questioni che attengono al marketing, un aspetto che il Milan considera prioritario nella gestione societaria. In particolar modo ha raccomandato il massimo impegno nella gara contro i rivali dell'Inter, nel derby in programma nell'imminente tournèe.

Al termine dell'incontro, ha preso nuovamente l'aereo per fare ritorno a casa.

In stand-by l'affare Romagnoli

Intanto, non ci sono novità sul fronte Romagnoli, oggi impegnato con la Roma nella gara persa ai rigori contro il Manchester City. La Roma non si schioda dalla posizione iniziale e dalla pretesa di 30 milioni di euro, come lasciapassare per cedere l'intero cartellino alla società rossonera. Una cifra che il Milan non intende assolutamente pagare per un talento sicuramente dalle grandi prospettive, ma ancora troppo giovane per valere una cifra cosi importante. Se la situazione non dovesse cambiare entro fine settimana, il Milan potrebbe rivolgere lo sguardo altrove.