Ieri sabato 4 luglio si è giocata la finale di Copa America 2015 tra Cile e Argentina, di seguito il risultato della sfida più attesa nel continente sud americano. Si giocava a Santiago, dove una folla di migliaia di persone è accorsa per seguire la Nazionale di casa, quella cilena. Alla vigilia il pronostico era tutto per l'Albiceleste, il cui valore di mercato sfondava gli oltre 500 milioni di euro, con il solo Leo Messi, fuoriclasse del Barcellona, ad avere una valutazione che quasi eguaglia quella dell'intera rosa della Roja, che ammonta a 170 milioni. 

Finale Coppa America, Alexis Sanchez decisivo ai calci di rigore

Il risultato della finale di Copa America 2015 di ieri tra Cile e Argentina ha premiato i padroni di casa allenati dal commissario tecnico Jorge Sampaoli. Dopo che i tempi regolamentari si sono chiusi sullo 0-0, la partita è proseguita fino ai calci di rigore, dove la maggiore freddezza dei cileni ha avuto la meglio sulla classe dei campionissimi avversari. Questa la sequenza finale dei penalty: Mati Fernandez (gol); Messi (gol); Vidal (gol); Higuain (errore); Aranguiz (gol); Banega (errore); Sanchez (gol). La sconfitta di ieri è solo una delle tante disgrazie sportive per Messi e compagni, che negli ultimi anni ci hanno abituato a cataclismi simili. Per come si è conclusa l'avventura di quest'anno, mettere a paragone la Copa America 2015 con quella del 2011 non è più una semplice follia. Non è nemmeno follia affermare che l'Argentina, una volta che arriva in finale, riesce soltanto a perdere. Era già successo dodici mesi fa in Brasile, nella finale di Coppa del Mondo contro la Germania, si è ripetuto stanotte in finale di Copa America contro il Cile. Tra le prime conseguenze all'indomani della disastrosa campagna sudamericana ci sarà quella del licenziamento del Tata Martino, che anche stavolta ha dimostrato di non aver la personalità giusta per guidare e tenere testa al gruppo di fenomeni che compone la rosa della Seleccion. Anche Messi non può di certo ridere, visto che ancora non è riuscito a collezionare un successo importante con la maglia della sua Nazionale, se si esclude l'oro di Pechino 2008. 

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto