Sabato di grande calcio in Norvegia, per la diciottesima giornata di Tippeligaen: Stabaek-Valerenga: la seconda in casa della terza. Particolarmente interessate a questa sfida la capolista Rosenborg e il Viking che anticipa oggi ospitando l’Haugesund. Stabaek rivelazione del campionato, Valerenga che sta tornando ai vertici. Ecco i nostri consigli, pronostico e ultime dalle sedi del big match di Tippeligaen.

A -7 dalla testa della classifica lo Stabaek dopo il brillante avvio attraversa un momento di calo e il periodo senza vittoria è arrivato ad oltre un mese durante il quale per Diomande e compagni sono arrivati due pareggi(Haugesund e Sarpsborg) e una sconfitta(Start).

Pubblicità
Pubblicità

Beffardo il 2-2 di Haugesund nel turno precedente, con il definitivo pareggio dei padroni di casa arrivato a tempo praticamente scaduto. Solo il Rosenborg ha subito meno reti dello Stabaek e solo la stessa capolista è riuscita fino ad ora ad espugnare il Nadderud Stadion.

Il Valerenga dopo diversi anni di anonimato sta tornando ad essere una grande del calcio norvegese, il team di Oslo, 5 campionati vinti nel corso della storia, è distante 6 punti dal primo posto e questo step allo stadio Nadderud rappresenta un passaggio significativo nella rincorsa al Rosenborg.

L’undici di mister Rekdal è reduce da tre vittorie consecutive: Lillestrom(2-0), Sandefjord(2-0) e Odds(1-2). Mathisen e soci tuttora imbattuti in trasferta dove hanno collezionato 5 vittorie e 3 pareggi.

Precedenti e pronostico

Nel match dell’andata blitz Stabaek con un perentorio 0-2 confezionato da Diomande e Asante. Nella Tippeligaen 2014 l’ultima vittoria casalinga del Valerenga contro gli avversari odierni: 3-2 in un match altalenante risolto sul finire dai padroni di casa.

Pubblicità

Bilancio generale in campionato che sorride allo Stabaek: in 33 precedenti 14 vittorie, 9 pareggi, 10 le vittorie Valerenga.

Pronostico: sorpassato al secondo posto da una settimana lo Stabaek cerca il controsorpasso sul Valerenga. Noi in questo momento vediamo però decisamente più in palla la formazione ospite che oltre a mantenere la piazza d’onore vuole riscattare il k.o. subito all’andata, quindi, se pure con qualche rischio ma a quota allettante: segno 2.

Leggi tutto