Derby di Milano, tutto pronto. Le società aspettano soltanto il fischio d'inizio per ricominciare la stagione 2015/2016della Serie A dopo la sosta per le Nazionali nel migliore dei modi. Entrambe le squadre puntano ad arrivare nelle parti alte della classifica per realizzare il sogno Champions. I giocatori sono tornati dalle rispettive nazionali e hanno avuto dei giorni per riunirsi con la squadra e studiare i nuovi schemi illustrati dagli allenatori. Le due formazioni si trovano in situazioni diverse di classifica, quindi affronteranno la gara in modo diverso.

Inter aggrappata a Jovetic

L'Inter si trova tra le prime, avendo conquistato 6 punti grazie a 2 vittorie, quindi avrà molta più calma e potrà gestire la partita, anche se il derby è d'obbligo vincerlo. Manciniè riuscito a ripristinare un'Inter che risultava malconcia nell'ultima stagione, mentre ora sembra nuova grazie non solo ai nuovi acquisti arrivati dal mercato, ma anche al nuovo gioco tattico che Mr. Mancini ha dato alla squadra, così da poterla migliorare e darle un'identità in campo. Certo, il lavoro non è finito, l'Inter ha bisogno di ulteriori accorgimenti, ma sembra pronta a migliorarsi e a fare grandi cose in un campionato cominciato alla grande soprattutto grazie a Jovetic che fino ad ora ha risolto entrambe le gare disputate.

Situazione Milan

Al Milan non suona bene come all'Inter, situazione in classifica diversa e anche il gioco in campo non è lo stesso. Per il derby si troverà forse Montolivo, rientrato dall'infortunio, ma non è sicuro, per il resto la formazione sarà uguale, sperando che la difesa non faccia pasticci come nelle ultime gare. Cosa importante è che nell'aria c'è l'idea Balotelli, che potrebbe entrare in partita in corso; SuperMariocerca riscatto e vuole dimostrare di cosa è capace: nelle ultime due gare non si è visto, ha giocato solo un'amichevole durante lo stop per le nazionali, ma potrebbe riconquistare la fiducia nei tifosi rossoneri e anche nel c.t azzurro Conte che potrebbe decidere di chiamarlo per Euro 2016. Per il resto, il derby di Milano è tutto da vedere: una partita che non si dovrebbe perdere mai.