Nella giornata di oggi, venerdì 23 ottobre 2015, è stato approvato ufficialmente, da parte dell'assemblea degli azionisti del club Juventus, il bilancio dell'esercizio 2014/2015. Si può definire un vero e proprio capolavoro quello compiuto dalla compagine piemontese, che può fare affidamento su un utile pari a 2 milioni e 298 mila euro.

Il nuovo cda della Juventus: Nedved vicepresidente

Giornata di gioie per la Juventus che ha approvato anche la nuova composizione del nuovo cda (consiglio di amministrazione) del club piemontese, che sarà composto da 12 membri, integrando nell'amalgama alcune novità come Caitlin Hughes, Daniela Marilungo e Francesco Roncaglio, che si aggiungeranno a Paolo Garimberti, Andrea Agnelli, Giulia Bongiorno, Assia Grazioli-Venier, Giuseppe Marotta, Aldo Mazzia, Enrico Vellano, Maurizio Arrivabene e Pavel Nedved.

Quest'ultimo sarà il vicepresidente della Juventus.

Nedved era già da tempo tra i consiglieri della Juventus e ricopriva l'incarico speciale relativo allo sviluppo tecnico della prima squadra e del settore giovani e per il ruolo di rappresentanza e ambasciatore verso i vari stakeholders della società. Quella di oggi, dunque, è una vera e propria promozione per il ceco pallone d'oro.

L'ex giocatore della Juventus Nedved ha voluto ringraziare il presidente e la società tutta.

Queste le sue parole: "Grazie a Presidente e società, che mi hanno dimostrato fiducia dandomi la possibilità di continuare la mia esperienza in una delle più importanti squadre al mondo. É un onore e mi sento responsabile. Ho vissuto un periodo di crescita positivo, vincendo dei titoli e tornando in Europa. Sono carichissimo per difendere la Juventus e speriamo di ripresentarci alle prossime finali europee".

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Juventus Serie A

Juve, lavoro eccellente ma ora testa all'Atalanta

Dato che quando Andrea Agnelli ereditò la Juventus, il bilancio societario segnava rosso, con un debito di 95 milioni di euro, l'utile segnato a pochi anni dalla presa a comando può essere considerato, di conseguenza, un vero e proprio capolavoro. La Juventus non può che continuare a crescere e per farlo, Allegri e i suoi stanno già pensando alla partita con l'Atalanta, nella quale non si può più sbagliare.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto