La gara Lecce-Matera non affascina come lo scorso anno. Forse a causa del prezzo esorbitante del tagliando per assistere alla gara (18 euro più prevendita), a cui va aggiunto il costo del trasporto, oppure il fatto che la trasferta non sia stata aperta all'iniziativa "porta un amico"; fatto sta che per ora i biglietti venduti ai tifosi giallorossi sono meno di quelli che ci si attendeva per quest'incontro. Matera è una delle trasferte più vicine per i tifosi leccesi, escludendo le pugliesi, e ci si attendeva qualcosa in più nei dati della vendita dei biglietti del settore ospiti.

Vi diciamo in esclusiva che alle ore 10 di sabato, ultimo giormo utile per fare il biglietto, sono stati venduti 145 biglietti per il settore ospiti. Un numero alto se rapportato alle altre trasferte di quest'anno, ma molto più basso confronto a quello dello scorso anno, quando allo stadio "XXI Settembre- Franco Salerno" si recarono oltre 400 tifosi giallorossi.

Il Lecce si prepara alla gara

Come sempre, è difficile capire le idee tattiche di mister Piero Braglia e nulla trapela dal quartier generale del Lecce. Sembra certo comunque che Salvi, centrocampista che quest'anno ha giocato pochi minuti, non sarà convocato per l'ennesima volta, mentre anche il difensore Gigli continua ad allenarsi in seduta differenziata.

Non dovrebbero esserci problemi, invece, per quanto riguarda la presenza in campo di Moscardelli e Perucchini che si erano allenati a parte giovedì scorso, durante l'amichevole infrasettimanale giocata dal Lecce e vinta per 4-1 contro il Virtus Francavilla. Entrambi dovrebbero scendere in campo.

Resta il dubbio dello schieramento: sarà 3-4-3 oppure 3-5-2?

Braglia, come sua abitudine, sceglierà dopo la rifinitura che si svolgerà alle 10 stamattina, ma la sensazione è che il primo modulo dovrebbe essere quello scelto. Per quanto riguarda la formazione, potrebbe essere confermato Camisa al centro della difesa, che si è ben comportato nella gara scorsa contro il Cosenza, vinta dai giallorossi per 1-0. Dubbi sullo schieramento in attacco dell'attaccante Curiale: se non dovesse scendere in campo lui, potrebbe essere confermato il tridente Surraco- Moscardelli- Doumbia.