Lazio-Juventus. Una gara sicuramente meno sentita rispetto i match infuocati tra bianconeri e la Roma, ma pur sempre un big match. Soprattutto in un periodo di ripresa, dopo un inizio non proprio ottimale. La Juventus va alla caccia della sua quinta vittoria consecutiva, ma gli uomini di Pioli vogliono mettere un freno al periodo negativo.

All'Olimpico non sarà una gara facile, anche perché entrambe cercheranno la vittoria: i tre punti servono come il pane e non sarà facile imporsi in un campo storicamente difficile. Ma Allegri non vuole spezzare il momento magico della sua squadra: vincere per convincere.

E mantenere un ritmo da scudetto. Anche se, il tecnico livornese è pronto per effettuare un'esclusione importante: stiamo parlando di Alvaro Morata: il rapporto tra i bianconeri e lo spagnolo continua a peggiorare.

Le scelte forzate di Allegri

Il tecnico livornese manderà in campouna squadra più prudente. 3-5-2, confermandoBarzagli, Bonucci e Chiellini al centro della difesa. L’emergenza arrivanella zona nevralgica del campo: con Pogba squalificato e Khedira infortunato, Allegri schiereràLemina, Marchisio e Sturaro. Sulle corsie laterali si posizioneranno lo svizzeroLichtsteiner e Alex Sandro. In avanti scelte scontate: la coppia sarà formata da Dybalae Mandzukic. Un'altra esclusione dunque, ovvero quella di Alvaro Morata.

Il rapporto tra Allegri e lo spagnolo peggiora sempre di più.

Lazio-Juventus, i dubbi di Pioli

Il modulo è stato già scelto: contro i bianconeri sarà 4-2-3-1. Pioli cambia in difesa, con Gentiletti al posto di Hoedt. Davanti la difesa si posizioneranno Biglia e Parolo, mentre sulla trequarti Candreva e Milinkovic-Savic, con Felipe Anderson al posto di Lulic, operato alla mano destra.

In attacco rivedremo Djordjevic, anche se Klose potrebbe essere scelto durante gli ultimi istanti.

Lazio (4-2-3-1): Marchetti; Basta, Gentiletti, Mauricio, Radu; Biglia, Parolo; Candreva, Milinkovic-Savic, Lulic; Felipe Anderson. All: Stefano Pioli

Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Sturaro, Marchisio, Lemina, Alex Sandro; Mandzukic, Dybala. All: Massimiliano Allegri