Sono entrambe appollaiate al secondo posto, a quattro punti di distanza dall'Inter capolista ma con una Juventus lanciatissima a soli due punti di distacco. Parliamo di Napoli e Fiorentina, con la prima che nell'ultima giornata ha pareggiato in casa contro la Roma e la seconda che ha perso contro i bianconeri per 3 a 1. Gli azzurri hanno così subito una seconda battuta d'arresto, dopo la sorprendente sconfitta per 3 a 2 subita contro il Bologna. Mentre i viola, prima della gara contro la Juventus, hanno ottenuto un lusinghiero 3 a 0 in casa contro un'altra bianconera: l'Udinese.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Serie A

Entrambe poi sono accomunate anche dalla partecipazione in Europa league. Il Napoli ha pescato dall'urna di Nyon la spagnola Villareal, già affrontata qualche anno fa (ai tempi, guarda caso, dell'ora viola Pepito Rossi).

Mentre la Fiorentina una vecchia gloria del calcio inglese, il Tottenham. Certo, è andata loro molto meglio rispetto a Juventus e Roma in Champions. Sebbene in Europa league le avversarie siano di un livello inferiore (eccetto la fuori uscita Manchester United). E ancora, le due squadre sono accomunate da un calendario alquanto complicato nel mese di febbraio. Vediamo perché.

Le sfide che attendono le due squadre a febbraio

Partendo dal Napoli, gli azzurri affronteranno il 14 fuori casa la Juventus e il 18 ancora in trasferta il Villareal. Poi una doppia gara casalinga, il 21 febbraio col Milan e il 25 con gli spagnoli. Il 28 febbraio toccherà affrontare proprio i viola, ma fuori casa. Quanto a questi ultimi, invece, arriveranno due gare in casa pesanti: il 14 contro l'Inter e il 18 contro il Tottenham.

I migliori video del giorno

Poi il 21 ci sarà la complicata trasferta di Bergamo contro l'Atalanta, mentre il 25 il ritorno in casa degli inglesi. Il 28, infine, la sopracitata gara interna col Napoli. La quale potrebbe assumere le tinte di uno scontro diretto, magari per continuare a inseguire l'Inter. O, perché no, per attestarsi in solitaria al vertice.

Insomma, Napoli e Fiorentina, due destini che si uniscono.