La Roma si prepara alla sfida di Champion's League contro il Real Madride lo fa senza timori reverenziali nei confronti dei più quotati avversari, almeno a giudicare dalle parole espresse in conferenza stampa da Luciano Spallettiche prevede una sfida equilibrata nel testa a testa per l'accesso ai quarti di finale: 'Non ci sono favoriti in questa sfida, abbiamo le stesse possibilità di passare il turno. Siamo una squadra in crescita costante, dovremo avere la giusta mentalità per attaccare senza timori e vincere la partita'.

I giallorossi sono in crescita in campionato, avvicinando le posizioni di testa della classifica e aumentando le proprie chance per acciuffare almeno il terzo posto che varrebbe l'accesso alla Champions League.

Il Real Madrid ha cambiato il proprio tecnico, silurando Rafa Benitez, e accogliendo Zinedine Zidane sulla panchina delle merengues. 'Il Real Madrid di adesso - prosegue Spalletti in conferenza stampa - è molto più forte nella fase di ripartenza, rispetto ad otto anni fa (quando la Roma sconfisse i Blancos in Champions). E' una squadra decisamente più cattiva rispetto a quella del passato'.

Nessuna attenzione particolare per Cristiano Ronaldo

Su Cristiano Ronaldo, Spalletti ammette che non verranno prese particolari precauzioni per limitarlo: 'Non faremo gabbie attorno a lui, non lo marcherò di certo con tre uomini. Sarebbe come fargli capire che i miei uomini valgono un terzo rispetto a lui'.

E' probabile che Florenzi, tenuto conto del suo dinamismo, potrebbe essere il vero candidato a prendere in consegna Cr7, per frenarlo nelle ripartenze.

Spalletti ha ammesso che De Rossi ha perfettamente recuperato dai suoi guai fisici e sarà convocato. 'Posso valutare se schierare un attacco più mobile o più fisico. Dobbiamo schierare i giocatori più forti, ma soprattutto dovremo essere capaci di fare squadra'.

I giallorossi sono reduci da quattro successi consecutivi in campionato che hanno ridato fiducia e stimoli all'ambiente. La Roma dovrà dimenticare la pessima figurarimediata in Champion's League contro il Barcellona, quando venne sconfitto subendo sei reti.