Mancano esattamente cento giorni all'esordio ufficiale dei prossimi Europei di calcio e il ct della Nazionale Antonio Conte è pronto a chiudere la lista dei 23 convocati che porterà con se in Francia. Proviamo a metterci anche noi per un attimo nei panni del tecnico azzurro e a valutare i probabili candidati che giocheranno gli Europei 2016.

Le certezze

Gli indispensabili di cui Antonio Conte non può fare a meno e che fondamentalmente conosce molto bene arrivano ovviamente dalla Juventus: parliamo di Gianluigi Buffon, il nostro portierone nazionale, del trio difensivo Andrea Barzagli, Leonardo Bonucci, Giorgio Chiellini e del centrocampista Claudio Marchisio.

Gli immancabili

Agli indispensabili che Conte conosce bene si affiancheranno sicuramente Salvatore Sirigu del PSG e il giovanissimoMattiaPerin del Genoa come estremi difensori, mentre in difesa arriveranno Antonelli del Milan e Darmian dal Manchester United. A centrocampo la scelta diventa più varia rispetto alla difesa, con i nomi di Florenzi (Roma), Montolivo (Milan), Verratti (PSG) e Parolo (Lazio). In attacco, pare che Antonio Conte non possa fare a meno diCandreva (Lazio), Eder (Inter), El Shaarawy (Roma) e Pellè (Southampton).

Le incognite e i grandi assenti

Partiamo dall'attacco, il settore che genera come le maggiori discussioni: pare ci sia un "duello" in atto per un posto da titolare fra Lorenzo Insigne (Napoli) e Federico Bernardeschi (Fiorentina), senza dimenticare Domenico Berardi del Sassuolo. A questi nomi si aggiungono quelli di Zaza (Juventus), Immobile (Torino), Giovinco (Toronto) e Destro (Bologna). A centrocampo, invece, il duo milanese Bertolacci-Bonaventura si giocherà la convocazione con Giaccherini (Bologna), Soriano (Sampdoria) e Sturaro (Juventus).

In difesa, Abate (Milan), Acerbi (Sassuolo), Astori (Fiorentina), De Sciglio (Milan) e De Silvestri (Sampdoria) potrebbero affiancare il tridente difensivo bianconero.

Un po' a sorpresa, i grandi assenti potrebbero essere Andrea Pirlo e DanieleDe Rossi, due pilastri della nostra nazionale campione del mondo, finiti per motivi diversi ai margini della formazione di Conte.

Le amichevoli di marzo

La prova delle formazione e dei moduli avverrà con i due incontri amichevoli che ci saranno il 24 marzo contro la Spagna a Udine e il 29 contro la Germania a Monaco.

Due occasioni che permetteranno al mister di sciogliere eventuali dubbi di formazione e che lo porteranno a diramare una prima lista di 23 convocati (con 4 riserve) tra il 16 e il 17 maggio. Questa dovrà poi essere chiusa senza il primo giugno.

I nomi sono sicuramente tanti e c'è ancora tempo per definire le gerarchie che andranno a comporre la formazione che giocherà la sua prima gara il 13 giugno a Lione contro il Belgio.

Ciò che è certo è che Antonio Conte vorrà sicuramente lasciare un buon ricordo del suo lavoro come tecnico della Nazionale di Calcio prima di affrontare la sua nuova avventura sulla panchina del Chelsea, con cui ha firmato un contratto milionario di 18 milioni di sterline. Si vocifera che il posto vuoto lasciato da Conte potrebbe essere assegnato a Roberto Mancini, mentre nelle stesse ore, invece, un altro prestigioso allenatore di Serie A, Massimiliano Allegri, potrebbe lasciare la propria panchina per approdare al Real Madrid.

Secondo voi quali sono i giocatori che dovrebbero essere convocati e quali dovrebbero essere lasciati a casa? Lasciate un commento!

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto