Il girone C di Lega Pro continua a sorprendere: una sorpresa è quella di vedere il Lecce in crisi. La squadra giallorossa non macina più risultati, non gioca un calcio fluido come era abituata a fare fino a qualche settimana fa. La squadra che aveva sorpreso tutti, realizzando un recupero incredibile, condito da ben 18 risultati utili consecutivi, sembra non esserci più. E non si tratta soltanto di un discorso legato al gioco, ma anche alla serenità dei calciatori.

Sembra che ci siano delle tensioni eccessive ed il tutto è stato palesato nel momento della rete di Lepore sul campo del Messina. Il momentaneo vantaggio, in una partita molto delicata per il Lecce, è stato festeggiato da quattro calciatori su undici. L'autore del gol è stato festeggiato dai soli capitan Romeo Papini, Davide Moscardelli e Raffaele Alcibiade: come dire, un uomo per reparto, in rappresentanza di tutti.

Papini e Moscardelli hanno anche fatto segno ai compagni di andare a festeggiare. Una situazione paradossale che è stata notata da tutti, la squadra sembra poco serena e molto tesa.

Sui social, tifosi scatenati

Sui social i tifosi salentini si sono scatenati contro mister Piero Braglia. La scelta di non convocare l'attaccante Davis Curiale ed il fantasista sudamericano Juan Surraco ha creato non poche polemiche.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Serie C

In entrambi i casi, infatti, si è trattato di "scelta tattica", poiché per Surraco, che era influenzato, il mister toscano ha tenuto a spiegare che "avrebbe potuto recuperare per la partita, ma non l'avrei fatto giocare ugualmente". Dunque, una situazione paradossale: il tecnico che ha vinto di più con il Lecce in Lega Pro adesso sta subendo non poche critiche. La paura è che lo strappo, che sembra ormai evidente nello spogliatoio, non si possa ricucire prima dei play off.

A questo punto sarebbe il caso fare tutti un passo indietro e cercare di riparare ad eventuali errori e recuperare il recuperabile. A questo servirà l'esperienza proprio di Braglia in vista di un campionato a parte, come quello dei play off. Perso il primo posto, bisogna puntare a svolgere bene queste gare. L'involuzione, preoccupante sia nelle prestazioni che nei risultati, deve essere interrotta in qualche modo e tocca a Braglia lavorare in questo senso: se non ci riuscisse e dovessero arrivare altri risultati deludenti, il suo posto non sarebbe più al sicuro.

Al momento, però, il mister toscano sembra non rischiare il posto.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto