Operazioni di mercato fallite e fondamentali per il completamento della rosa;è questo il punto cardine della situazione attuale del Napoli. Lo scorso 8 Ottobre Arkadyus Milik si è infortunato in ritiro con la sua Nazionale, rovinando cosi le aspettative dei tifosi fino al presidente stesso Aurelio De Laurentis, sicuramente anche lui si è accorto che Gabbiadini non è un sostituto valido, del attaccante azzurro si è parlato spesso ultimamente, ma non sembra entrare in sintonia con gli schemi e i movimenti di Sarri, piccolo siparietto tra l'allenatore e il il presidente, quest'ultimo recriminava a Sarri di non aver cambiato modulo per valorizzare l' ex Sampdoria.

La priorità del Napoli quest' anno, era rispondere alla partenza di Higuain con un sostituto dello stesso calibro, l' equipe della società in sintonia con Sarri si era decisi di puntare su Icardi, giocatore ideale per finalizzare il gioco degli azzurri. L' offerta non è mancata, infatti sono stati offerti al gruppo di Suning 62 milioni di euro, proposta declinata senza battere ciglio. Non a caso De Laurentis aveva tenuto libera la numero 9, già pronto a fare una campagna marketing dul centravanti Argentino.

Il Napoli negli ultimi 6 anni ha avuto in rosa due dei centravanti attualmente più forti in europa, Cavani e Higuain i quali hanno fatto da trascinatori, fin a raggiungere palcoscenici e competizioni che a Napoli mancavano da tempo. I soldi offerti all' Inter per Icardi, sono ancora nelle casse societarie e quindi potrebbero essere utilizzati nel mercato di Gennaio, per rimediare agli errori commessi nella sessione estiva.

L' obbiettivo Icardi è andato ormai sfumato, in questo momento il profilo che starebbe prendendo forma è quello di Andrea Belotti, dirottando nelle casse di Cairo la cospicua offerta presentata in estate per il loro capitano. In alternativa dato che al Torino servirebbe un attaccante di peso per rimpiazzarlo, si potrebbe evolvere in un affare da 40 milioni più il cartellino di Gabbiadini, che ritroverebbe Mhajlovic.

Il recupero di Milik è ipotizzato per i primi di Marzo, e non si può concentrare un intera stagione ad un precoce ritorno del polacco. Altri obbiettivi sono Zaza o Pavoletti, acquisti difficili da chiudere a gennaio , ma non impossibili , e questo sembra il momento giusto per spazzare via i falsi miti, e puntare sempre più in alto, perchè l' infortunio di Milik non può compromettere un' intera stagione.

Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!