Con gli strumenti informatici in possesso oggi da tutti noi è molto difficile inventarsi un'identità, il rischio di essere scoperti è troppo grande. Ma Alieu Darbo è riuscito nell'impresa. Il ragazzo classe 1992 con doppio passaporto svedese e gambiano è dal 2012 che tenta la strada del professionismo calcistico e pare ci sia riuscito in più occasioni raccogliendo presenze in ogni parte del continente. Il suo lungo girovagare per il mondo l'ha portato a toccare l'Inghilterra, la Croazia, Malta, la Svezia, la Grecia, la Finlandia, l'Algeria, l'Egitto, la Norvegia e per un breve periodo anche l'Italia.

Ma quale stratagemma utilizzava Alieu? Le false referenze, con l'aiuto del suo procuratore. Cerchiamo di capire meglio il suo modus operandi.

La storia

Bastava un foglio di carta dove venivano annotate false informazioni ed il gioco era fatto. Aggiungiamoci un carattere turbolento, da vera star del pallone, che rifiutava provini e pretendeva un contratto ancora prima di presentarsi al centro d'allenamento. E molti club ci sono cascati in pieno, dandogli una chance per poi accorgersi con chi avevano a che fare. Un genio del pallone? No, un genio della truffa. Dopo che ogni società scopriva di non aver di fronte un calciatore professionista, con una scusa Alieu pretendeva la cessione in un altro club dopo essersi ovviamente impadronito di parte dello stipendio.

Ed il gioco ricominciava da un'altra parte con lo stesso identico trucco. La truffa ha funzionato per un lungo periodo di tempo portandolo sino in Grecia al Paok di Salonicco alla corte di una vecchia conoscenza del calcio italiano, Zizis Vryzas. E' bastata una telefonata dell'ex giocatore di Torino e Perugia per accorgersi che la referenza del Ds del Borussia Dortmund era falsa.

Intimidito così da società e ultras ha fatto sparire le sue tracce dalla città ellenica. Nel 2014 è arrivato anche in Italia, al Crotone che l'ha presentato in grande stile donandogli anche la maglia numero 10. Non c'è che dire: il gioco è bello quando dura poco. Ora non si hanno più notizie di Alieu, ma crediamo che nessuna società sia così tanto ingenua da offrirgli un nuovo contratto.

Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!