Anche i ricchi amano i pranzi "mordi e fuggi", quelli veloci consumati nei noti fast food, i preferiti soprattutto dai giovanissimi e dai lavoratori in pausa pranzo, ma non solo. Il leader di Forza Italia e presidente del Milan Silvio berlusconi è stato visto, tra lo stupore dei presenti, nel noto ristorante McDonald's. Per quale ragione il Cavaliere si trovava in una catena di fast food? Cerchiamo di scoprire insieme le motivazioni.

Silvio Berlusconi al McDonald's

Le reali motivazioni alla base dell'inusuale scelta del presidente Silvio Berlusconi di pranzare al McDonald's sono ancora tutte da scoprire.

Le cause in realtà potrebbero essere molteplici: il closing coi cinesi per la vendita del Milan, gli impegni politici, o molto più probabilmente le quotidiane visite all'istituto San Raffaele, dove era stato operato al cuore l'anno scorso. Infatti, il leader di Forza Italia, è stato pizzicato al McDonald’s di Segrate, nella provincia di Milano, proprio a pochi passi dal Policlinico San Raffaele. Il fatto pare sia avvenuto domenica pomeriggio, dove clienti e commessi del ristorante in questione hanno notato Silvio Berlusconi varcare la soglia dell'entrata. Il Cavaliere era in compagnia di circa una decina di persone fra guardie del corpo e collaboratori vari.

Il pranzo di Berlusconi al fast food

Adesso tutti quanti si staranno chiedendo cosa abbia consumato Silvio Berlusconi al McDonald's. Anche in questo caso non si hanno risposte certe. Alcuni sostengono abbia comprato e bevuto soltanto una spremuta d'arancia, altri dicono che invece ha mangiato un hamburger.

Una cosa è certa: è difficile oggigiorno trovare una personalità così ricca e potente, abituata ad alberghi extra-lusso e a cene preparate dai migliori chef al mondo, in un fast food milanese frequentato per lo più da giovani disposti a spendere pochi spiccioli per sfamarsi. Potete trovare l'esclusiva foto di Silvio Berlusconi al McDonald's in fondo all'articolo, pubblicata da una nota ed umoristica pagina di Facebook.

Segui la pagina Silvio Berlusconi
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!