Il mondo del calcio ha vissuto una settimana storica. Infatti è stata la settimana dell'ufficialità, da parte della Fifa, dell'allargamento del mondiale a 48 nazioni partecipanti. Un passo molto importante da parte del massimo organo calcistico mondiale, in particolare del suo presidente, l'italiano Gianni Infantino, che ha voluto in modo molto forte questo cambiamento,

Le ragioni della Fifa

Fin dal primo momento in cui si era insediato, il nuovo presidente della Fifa Gianni Infantino aveva annunciato questo cambiamento come uno dei punti programmatici più importanti della sua gestione.

Una decisione voluta perché, secondo i vertici Fifa, bisogna dare maggiori possibilità a quei paesi più piccoli e che stanno iniziando solo adesso ad avere un movimento calcistico importante, di partecipare ad una manifestazione come il Mondiale di calcio. Proprio questo evento può essere fondamentale non solo per la crescita del calcio in questi paesi, ma può creare un indotto economico molto importante e portare maggiore benessere di quello che di solito vivono queste piccole realtà.

Inoltre Infantino ha affermato che la nuova formula del mondiale, che prevederà 16 gironi da 3 squadre, renderà tutto più spettacolare e imprevedibile. Infatti tutte le gare saranno decisive, inoltre le prime due dei 16 gironi formeranno i sedicesimi di finale, quindi subito partite ad eliminazione diretta, che renderà tutto ancora più esaltante.

Le ragioni di chi si oppone

Tuttavia molti esponenti del mondo del calcio non hanno accettato questo cambiamento, criticandolo molto.

In particolare, tra le ragioni di chi si oppone a questa formula, c'è innanzitutto il fatto che in questo modo si rischia di avere un numero più ricco di partite, che possono essere poco interessanti, visto che molte delle nuove squadre qualificate saranno di livello inferiore rispetto alle tradizionali squadre che si qualificano per un mondiale. Inoltre il numero di 32 nazioni era già sufficiente, visto che si tratta sempre della massima manifestazione calcistica del mondo e non è possibile che tutti vi trovino spazio.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto