Ore calde queste ultime in casa Roma per quanto riguarda il mercato. Dopo la sconfitta contro la Sampdoria sembra ci sia stato un confronto tra il difensore giallorosso, Manolas e il dirigente Massara. Il motivo è per la scelta di Spalletti di tenere in panchina il greco, cosa che potrebbe anche portare ad un addio anticipato nel caso in cui ci fosse una buona offerta per il giocatore.

Caso Manolas

Il mister, dal canto suo, ha giustificato la scelta di Vermaelen dicendo che intendeva affrontare la Samp con un difensore più bravo nel gestire la palla ed impostare il gioco dalle retrovie.

Non è un segreto, poi, che Manolas sia scontento della propria situazione contrattuale: la promessa di Sabatini riguardo un suo adeguamento non è stata rispettata per via dei paletti imposti dal Presidente Pallotta, quindi se non subito, forse a fine stagione la partenza di Manolas sembrerebbe scontata, salvo ovviamente nuovi accordi.

Qualche mese uscì una notizia che scosse l’ambiente giallorosso. Sembrava ci fosse accordo praticamente fatto tra Roma e l’Inter per la cifra di 42 milioni, con Manolas che vestirebbe la maglia nerazzurra già a giugno. La notizia fu subito smentita, ma la sensazione generale era quella che qualcosa di vero alla fine c'era. L’Inter al momento non può spendere a causa del Fair Play Finanziario.

Ma a giugno Mr. Suning sarà libero di aprire il portafoglio, e proprio il difensore greco è il primo obiettivo per far coppia con Miranda al centro della difesa.

Paredes

Intanto, anche per Paredes si prospetta un futuro incerto, poiché la società sta cercando di accaparrarsi uno tra Baselli o Badelj e l’argentino sarebbe il candidato ideale per la cessione in modo da concludere l’affare.

Il giocatore ha comunque espresso il desiderio di rimanere, ma i piani del club sono diversi. Massara sta cercando di piazzarlo e in questi ultimi giorni si sarebbero fatti avanti alcune big come il Tottenham e il West Ham, con la Juventus che segue sempre dalle retrovie.

Sicuramente saranno ultime ore di fuoco visto che la Roma è abituata a chiudere le operazioni del mercato di gennaio quasi al rush finale. Difficile, però, che la Roma dica addio contemporaneamente sia a Parades che Manolas. Forse ci sarà una scelta tra i due, però i tempi stringono sempre di più.