Mentre il Napoli di Sarri regala spettacolo in campo, il suo presidente da il meglio di sé coi media. Dopo le polemiche legate al doppio confronto contro la Juve, Aurelio De Laurentis riprende la sfida a distanza con Higuain. Quella tra il presidente e il Pipita è una battaglia mai del tutto spenta, fatta di continue accuse.

"I napoletani non sono stupidi"

Ai microfoni di BeIn Sports, Aurelio De Laurentis riprende l'episodio in Coppa Italia quando, dopo aver segnato, Higuain indica il presidente seduto in tribuna e urla: "E' colpa tua". Nell'intervista Adl risponde al gesto del Pipita: "Lui voleva assolversi difronte ai tifosi. Ma i tifosi non sono stupidi, capiscono perfettamente".

Una polemica che probabilmente non finirà mai, quella sulle reali motivazioni che hanno spinto Higuain a lasciare Napoli: per soldi o per colpa proprio del presidente?

Sposando la linea di Aurelio De Laurentis, il Pipita sarebbe da considerare alla stregua di un traditore. Un giocatore che è diventato un top player di fama mondiale indossando i colori di Napoli non può scegliere di andare nella rivale di sempre- la Juventus-, è questo il De Laurentis pensiero. Che poi rincara la dose dicendo che " credo che abbia dimostrato di avere una piccolo cultura".

Un addio polemico

Gonzalo Higuain è passato dal Napoli alla Juventus durante lo scorso mercato estivo. I bianconeri hanno pagato la clausola di rescissione per l'attaccante argentino, salvando De Laurentis dall'accusa di aver ceduto Higuain per far cassa.

Il presidente, infatti, non poteva opporsi alla volontà del calciatore di raggiungere Torino. Quello che ,però, non è mai stato chiarito è se Higuain sia partito per i forti screzi con De Laurentis o per motivi puramente sportivi. I rapporti tra il presidente e il procuratore dell'attaccante - il fratello, Nicolas Higuain- negli ultimi mesi del Pipita in azzurro non erano proprio rose e fiori.

Tanto che tutt'ora è in corso un arbitrato legale per dei proventi dai diritti di immagine di Higuain che De Laurentis dovrebbe ai due fratelli. Una cifra che si aggira intorno ai 600 mila euro e che farebbe riferimento alle stagioni 2014/15 e 2015/16. Ma se in questo contenzioso sarà un giudice a decidere chi ha ragione, per quanto riguarda il caso Higuain la parola finale spetta alla giuria popolare composta dai tifosi.

Quelli della Juve sono ovviamente entusiasti del suo arrivo, quelli del Napoli un po' si dividono: chi lo odia e chi lo perdona.