E' recente il cambio di proprietà in casa Milan da Silvio Berlusconi (che ha ceduto il 99,93% delle quote) alla nuova dirigenza cinese guidata dal presidente Li Yonghong.

Il Milan 2.0 vede come nuovo amministratore delegato l'ex dg dell'Inter Marco Fassone e come direttore sportivo Massimiliano Mirabelli (figura ricoperta al Milan dopo il vuoto lasciato anni fa da Ariedo Braida, ora ds con compiti internazionali al Barcellona).

Nella conferenza stampa di presentazione del nuovo team Fassone ha parlato della volontà del gruppo asiatico di portare il Milan ai livelli che merita e che lo hanno sempre visto protagonista in Italia ma soprattutto in Europa, con acquisti mirati ma grandi nomi da portare a Milanello per infiammare la tifoseria delusa da queste annate mediocri.

L'allenatore Vincenzo Montella (cui è stata garantita la panchina anche nella prossima stagione) guiderà la rosa rossonera nel nuovo ciclo del club (quest'anno con l'obiettivo di qualificarsi alla prossima Europa League, ma nella stagione 2017\2018 il quarto posto è obbligatorio, con accesso diretto al massimo torneo continentale).

Matrimonio Milan-Mbappè?

Secondo quanto riportato dai colleghi della redazione di 'Tuttosport', sembra che emissari del Milan fossero presenti a Montecarlo per vedere Monaco-Borussia Dortmund, ritorno dei quarti di finale di Champions League.

Il Milan avrebbe messo nel mirino nientemeno che Kylian Mbappè, giovane stellina del club monegasco che quest'anno ha fatto sfracelli sia in Ligue1 che in Champions (dove il Monaco è in semifinale dopo aver estromesso nientemeno che il Manchester City di Pep Guardiola e appunto il Dortmund di Tuchel). Sul giocatore transalpino (che ha appena 19 anni) è forte l'interesse del Real Madrid (già pronto a spendere 100 milioni per il suo cartellino) e dell'Inter, ma pare proprio che il club di via Aldo Rossi si sia inserito tra le serie pretendenti per Mbappé.

L'attaccante (che ricorda tantissimo per lo stile che mostra in campo una leggenda storica come Thierry Henry) piace perchè può essere utilizzato in vari ruoli mantenendo una costanza di rendimento incredibile per un ragazzo della sua età. Mbappè infatti sa essere letale come centravanti unico nel 4-2-3-1 ma anche come esterno nel trio di mezzepunte dietro al bomber o nel 4-3-3 (per quello anche il Barca ci avrebbe fatto un pensierino in caso di addio di Neymar).

Difficile dire quale sarà il destino del talento del Monaco, ma il presidente rossonero Yonghong non si fermerà neanche davanti ad una richiesta altissima.

Segui la nostra pagina Facebook!