Silvio Berlusconi non conosce il meritato riposo e la pensione. Se infatti è vero che il Cavaliere si trova impegnato su un'importante sfida elettorale nei prossimi mesi, è a livello calcistico che potrebbero arrivare importanti novità che creerebbero sgomento e furore negli sportivi italiani.

La notizia arriva proprio da un membro del suo staff personale, il prof. Alberto Zangrillo. Il professore è il suo medico personale ed è stato una delle figure che più è rimasto vicino al leader di Forza Italia durante il delicato intervento a cui si era sottoposto al San Raffaele di Milano.

Possiamo definirlo perciò uno scoop quello che Zangrillo afferma su un possibile acquisto del Genoa da parte di Berlusconi sostenendo che: "E allora per tutta una serie di motivi, non ultimo perché glielo chiede il sottoscritto, Berlusconi potrebbe dire anche di sì. Io ci sto lavorando". Le notizie si rincorrono e vedendo il palmares dell'ex Presidente del Consiglio i tifosi del Grifone potrebbero festeggiare.

Silvio Berlusconi si è sempre definito un amante del gioco del calcio ed abbandonare il Milan è stato un grosso dispiacere. Il grande problema nella proprietà del Milan era la mancanza di ingenti somme di denaro per mantenere la squadra rosso-nera ai livelli che i tifosi pretendono. Da qui la suggestione Genoa che sembra spingere proprio per questo: l'eventuale acquisto di una squadra con un'importante storia alle spalle ma allo stesso tempo con aspettative nulle se non il raggiungimento della salvezza potrebbe rappresentare un ottimo investimento per il miliardario di Arcore contando sull'appoggio dell'amico Galliani.

Ovviamente parliamo soltanto di voci ma le dichiarazioni di Zangrillo vedono conferme ripensando ai buoni rapporti da sempre esistiti tra le due società. Sono infatti numerose le trattative sull'asse Milano-Genova fra cui ricordiamo il prestito di Suso e Niang al Genoa nelle stagioni precedenti.

Conoscendo il carattere di Silvio Berlusconi, un'amante delle sfide difficili, questa avventura potrebbe stuzzicare la sua voglia di rimettersi in gioco in prima persona dedicandosi ad una delle attività che l'hanno reso uno degli uomini più popolari e conosciuti d'Italia.

I tifosi del Genoa possono cominciare a sognare anche se sarà difficile sottrarre il gioiello prezioso dalle mani del presidente Preziosi che ha rialzato la squadra riportandola in Serie A.