Il Torino si appresta a terminare questa stagione con un pizzico di amarezza, a causa di certi risultati buttati al vento che avrebbero permesso alla squadra di poter lottare per una qualificazione alla prossima Europa League.

La società piemontese vuole almeno far trionfare la sua stella: parliamo ovviamente di Andrea Belotti, attaccante bergamasco che, in questa annata, si è messo in luce mostrando tutte le sue qualità offensive e lottando ancora per il titolo di capocannoniere (anche se Dzeko non molla).

Il bomber ex Palermo è arrivato al Toro nell'estate 2015, che ha versato un sostanzioso assegno all'ex patron Maurizio Zamparini di 7,5 milioni di euro: Sinisa Mihajlovic lo ha esaltato definitivamente e trasformato in uno dei più letali centravanti del panorama nazionale ed internazionale.

Ora sul suo contratto è stata messa una clausola rescissoria di 100 milioni di euro (valida solo per l'estero però), con l'obiettivo di allontanare le sirene che lo vorrebbero nei top club (Manchester United e Chelsea in pole, con Mourinho e Antonio Conte pronti a fare follie per il bergamasco).

Su Belotti c'è l'interesse di numerose squadre, ma il presidente Urbano Cairo ha più volte dichiarato l'incedibilità del giocatore e la volontà di quest'ultimo di rimanere in maglia granata per prepararsi al meglio alla stagione che porterà ai Mondiali di Russia 2018 (e far parte della comitiva azzurra agli ordini del commissario tecnico Giampiero Ventura). In estate il direttore sportivo Petrachi è già pronto per sondare quelle che saranno le migliori opportunità di mercato.

Il Toro pensa a Bertolacci

Per quanto riguarda il centrocampo il Torino è già pronto a sondare una pista interessante: secondo quanto riporta il magazine online 'Calciomercato.com', Urbano Cairo avrebbe intenzione di fare un tentativo per Andrea Bertolacci, mediano del Milan arrivato nel 2015 ma che, per diverse ragioni e qualche infortunio di troppo, non è riuscito a mostrare le sue grandi qualità.

L'ex talento di Roma e Genoa è già stato allenato da Miha che ha fatto il suo nome per rinforzare la mediana dell'organico granata. Bertolacci può giocare sia davanti alla difesa che come trequartista, visto anche il cambio di modulo (il serbo adotterà dal prossimo anno il 4-3-1-2) che rivoluzionerà la filosofia di gioco del Toro.

Per Bertolacci serve almeno un'offerta da 10 milioni di euro: è lui l'uomo giusto come nuovo leader della mediana?